Società Italiana di Servizio Sociale

origini della SocISS risalgono al 1983, anno in cui, su iniziativa di un gruppo di docenti di servizio sociale, venne fondata l'Associazione Italiana Docenti di Servizio Sociale (AIDOSS).

L’AIDOSS nei suoi oltre trent’anni di attività ha lavorato in modo assiduo per sviluppare un pensiero comune sui contenuti teorici del servizio sociale, sulla struttura dei curricula, sul ruolo del tirocinio, sulle metodologie didattiche, sulla ricerca.

​L’Assemblea dei soci AIDOSS – riunitasi a Roma 11 giugno 2016 – ha approvato all’unanimità il nuovo Statuto avendo deliberato importanti cambiamenti al fine di meglio proseguire l'opera iniziata nel 1983.

E’ stato ridefinito in primis lo scopo ultimo dell’associazione individuato nella promozione dello “sviluppo scientifico e disciplinare del Servizio sociale in stretta connessione con la pratica professionale, in un’ottica interdisciplinare e di ricerca, nonché in una prospettiva internazionale” (art. 2 dello Statuto).

Le principali conseguenze di tale decisione sono:

  • il cambio di denominazione in Società Italiana di Servizio sociale” (Soc.I.S.S.);

  • il riassetto delle tipologie dei soci al fine di consentire una più ampia partecipazione alla vita dell’associazione e un più efficace perseguimento del suo scopo ultimo, anche grazie ad un ulteriore allargamento delle competenze coinvolte

Le nuove finalità della SocISS sono enucleate dall’art. 2 dello Statuto:

La Soc.I.S.S. in linea con la più recente Definizione internazionale approvata dall’International Federation of Social Workers e dall’International Federation of School of Social Work, promuove lo sviluppo scientifico e disciplinare del Servizio sociale in stretta connessione con la pratica professionale, in un’ottica interdisciplinare e di ricerca, nonché in una prospettiva internazionale.

A tale scopo:

  1. realizza, stimola, coordina, sostiene, diffonde le ricerche e gli studi di Servizio sociale, in tutti i suoi aspetti, vicende, problemi, protagonisti attraverso i canali scientifici di disseminazione e la trasmissione didattica;

  2. provvede alla pubblicazione e alla divulgazione di scritti originali o tradotti dello specifico ambito disciplinare;

  3. organizza periodicamente convegni e seminari di carattere nazionale e internazionale e provvede a promuovere la partecipazione a quelli organizzati da altri soggetti, al fine di favorire lo scambio e il progresso sia in campo scientifico sia in ambito didattico;

  4. istituisce e promuove rapporti con società e associazioni nazionali e internazionali che si propongono fini analoghi o che operano nello stesso campo;

  5. rappresenta il sapere disciplinare in tutte le sedi nelle quali si discute di ricerca scientifica e didattica del Servizio sociale.

 

L’11 luglio 2016 è stato registrato il nuovo Statuto della SocISS, mentre il 1 ottobre 2016 è stato creato il nuovo logo dell’Associazione che richiama e reinterpreta il design di quello storico dell’AIDOSS.

www.sociss.it

origini della SocISS risalgono al 1983, anno in cui, su iniziativa di un gruppo di docenti di servizio sociale, venne fondata l'Associazione Italiana Docenti di Servizio Sociale (AIDOSS).

L’AIDOSS nei suoi oltre trent’anni di attività ha lavorato in modo assiduo per sviluppare un pensiero comune sui contenuti teorici del servizio sociale, sulla struttura dei curricula, sul ruolo del tirocinio, sulle metodologie didattiche, sulla ricerca.

​L’Assemblea dei soci AIDOSS – riunitasi a Roma 11 giugno 2016 – ha approvato all’unanimità il nuovo Statuto avendo deliberato importanti cambiamenti al fine di meglio proseguire l'opera iniziata nel 1983.

E’ stato ridefinito in primis lo scopo ultimo dell’associazione individuato nella promozione dello “sviluppo scientifico e disciplinare del Servizio sociale in stretta connessione con la pratica professionale, in un’ottica interdisciplinare e di ricerca, nonché in una prospettiva internazionale” (art. 2 dello Statuto).

Le principali conseguenze di tale decisione sono:

  • il cambio di denominazione in Società Italiana di Servizio sociale” (Soc.I.S.S.);

  • il riassetto delle tipologie dei soci al fine di consentire una più ampia partecipazione alla vita dell’associazione e un più efficace perseguimento del suo scopo ultimo, anche grazie ad un ulteriore allargamento delle competenze coinvolte

Le nuove finalità della SocISS sono enucleate dall’art. 2 dello Statuto:

La Soc.I.S.S. in linea con la più recente Definizione internazionale approvata dall’International Federation of Social Workers e dall’International Federation of School of Social Work, promuove lo sviluppo scientifico e disciplinare del Servizio sociale in stretta connessione con la pratica professionale, in un’ottica interdisciplinare e di ricerca, nonché in una prospettiva internazionale.

A tale scopo:

  1. realizza, stimola, coordina, sostiene, diffonde le ricerche e gli studi di Servizio sociale, in tutti i suoi aspetti, vicende, problemi, protagonisti attraverso i canali scientifici di disseminazione e la trasmissione didattica;

  2. provvede alla pubblicazione e alla divulgazione di scritti originali o tradotti dello specifico ambito disciplinare;

  3. organizza periodicamente convegni e seminari di carattere nazionale e internazionale e provvede a promuovere la partecipazione a quelli organizzati da altri soggetti, al fine di favorire lo scambio e il progresso sia in campo scientifico sia in ambito didattico;

  4. istituisce e promuove rapporti con società e associazioni nazionali e internazionali che si propongono fini analoghi o che operano nello stesso campo;

  5. rappresenta il sapere disciplinare in tutte le sedi nelle quali si discute di ricerca scientifica e didattica del Servizio sociale.

 

L’11 luglio 2016 è stato registrato il nuovo Statuto della SocISS, mentre il 1 ottobre 2016 è stato creato il nuovo logo dell’Associazione che richiama e reinterpreta il design di quello storico dell’AIDOSS.

www.sociss.it

Eventi

Spiacenti, non è presente nessun evento imminente