Salta navigazione principale
Contenuto pagina

Il silenzio dei passi - Barefoot Hiking Academy

Fondata da Andrea Bianchi, scrittore e barefooter, la prima scuola in Italia di camminata scalza nella Natura - o barefoot hiking - prende il nome e lo spunto dall'omonimo libro ("Il silenzio dei passi", Andrea Bianchi, Ediciclo 2016) e inizia ufficialmente la sua attività in occasione della 65^ edizione del Trento Film Festival, nel maggio 2017 a Trento.

La Scuola si propone di avvicinare le persone al cammino a piedi nudi nella Natura, inteso come una pratica di benessere psicofisico accessibile a tutti e ideale per favorire una riconnessione con la Natura e con se stessi.

Attraverso attività organizzate secondo diversi livelli di impegno – da semplici esperienze come i barefoot morning a workshop residenziali in montagna – è possibile apprendere in maniera graduale il barefoot hiking, una pratica già diffusa soprattutto in America del Nord e nei Paesi di lingua tedesca.

Le attività si sviluppano in alcuni tra i più interessanti scenari naturali d’Italia – dalle Dolomiti alla Toscana, alle Marche e alla Sardegna – anche grazie a collaborazioni con altri importanti eventi e istituzioni nel mondo della montagna, tra cui il Parco Naturale di Paneveggio e San Martino, il Festival “Torino Spiritualità”, il Festival “Le parole della montagna” nelle Marche, l’Adventure Outdoor Fest a San Candido (BZ).

 

ALTRE INFORMAZIONI SUL BAREFOOT HIKING

Camminare a piedi nudi è un'esperienza fatta di meccanica, forza fisica e mentale, emozioni, concentrazione, poesia e silenzio.
Togliersi le scarpe e percorrere scalzi un piano sentiero boscoso, un prato umido di rugiada, o i gradini naturali di un sentiero d’alta quota, e imparare a percepire sotto le piante dei piedi nudi il flusso di calore della pietra esposta al sole e le sue diverse tessiture: tutto questo è alla portata di ognuno, appartiene alla preistoria e alla storia dell’umanità, eppure è anche una cosa che oggi è diventata rara nella vita di molti.

Basta invece poco per reimparare a camminare scalzi, e ritrovare una dimensione in cui si intrecciano la meccanica del piede umano, le connessioni benefiche con l’elettromagnetismo terrestre, l’arte di passare dal freddo al caldo che Kneipp elevò al rango di terapia, i milioni di stimoli sensoriali che si accendono nella mente, fino alla scoperta di aspetti più sottili, come l’invisibilità delle tracce e il silenzio che accompagna questo passo leggero, quasi felpato, che mai si impone ma sempre trova il suo personale e unico percorso.

Salva questo evento

Evento salvato