Salta navigazione principale
Contenuto pagina

Il Jazz italiano per le terre del Sisma

La FEDERAZIONE NAZIONALE IL JAZZ ITALIANO nasce il 13 Febbraio 2018. Un passaggio importante, non solo a livello istituzionale, che
ha chiamato a raccolta le quattro associazioni rappresentative
del settore: I-JAZZ (l’associazione dei festival italiani, dal 2008),
MIDJ (attiva realtà distintiva dei musicisti jazz, da 2014), ADEIDJ
(Associazione delle Etichette Indipendenti di Jazz) e Italia Jazz Club
(associazione dei club). Alle quattro si sono aggiunte, dopo poco
anche IJVAS (Il Jazz Va A Scuola) e AFIJ (Associazione Fotografi Italiani
di Jazz). In un momento di individualismi e difficoltà sempre più forte nella condivisione e nella
comprensione di tutto ciò che ci sta intorno, il jazz italiano ha dimostrato che per il raggiungimento di un
lavoro di qualità è indispensabile fare squadra, unire capacità e forze. La Federazione, presieduta da Paolo Fresu, non ha scopo di lucro e persegue il riconoscimento e la tutela
dei valori e degli interessi culturali, sociali e imprenditoriali del sistema del jazz italiano, favorendo la
creazione di reti virtuose e incentivando il dialogo e la collaborazione tra tutti i soggetti. IJI nasce come
riferimento nazionale con l’intento di unire e rappresentare le associazioni di categoria più importanti e
rappresentative del mondo del jazz italiano (musicisti, festival, jazz-club, etichette discografiche, scuole,
agenzie di management, fotografi, studi di registrazione), con l’intento di sostenere progetti che tendano
alla valorizzazione e allo sviluppo dell'attività artistica italiana con particolare riferimento al jazz e alle
musiche attuali e che abbiano come nucleo la ricerca e la sperimentazione. IJI intende promuovere e sviluppare la cultura jazzistica in Italia attraverso un lavoro capillare svolto da
musicisti, jazz club, festival e rassegne, etichette discografiche, scuole e seminari, favorendo la crescita e la
sensibilizzazione del pubblico verso il jazz, musica di eccellenza e risorsa di crescita sociale, sviluppo
turistico ed economico dei territori. Il 21 febbraio, in una giornata storica, IJI ha firmato con il MiBACT, alla presenza del ministro Dario
Franceschini, un protocollo d'intesa volto alla valorizzazione della cultura jazzistica, strutturato in dodici
punti programmatici che stabilizzano quanto fatto fino ad ora.

Spiacenti, non è presente nessun evento imminente

Salva questo evento

Evento salvato