Salta navigazione principale
Contenuto pagina

Nel Medioevo la Repubblica Veneziana diventò una grande potenza grazie al commercio di spezie, la merce ai tempi più costosa.

Proprio tramite Venezia, le spezie furono importate in Europa dall'Oriente: lunghe carovane cariche di casse imbottite di spezie raggiungevano i porti del Mediterraneo, dove le aspettavano le navi della flotta veneziana pronte a salpare con il prezioso carico. 

Commerciare con l'Oriente, però, non era facile, perché la Chiesa cattolica vietava ai commercianti occidentali di trattare con i musulmani "infedeli", minacciandoli di scomunica.

Soltanto i veneziani, storicamente commercianti intraprendenti, riuscirono, grazie all'abilità del mercante Dario Bembo, a convincere Papa Innocenzo III a concedere loro un’eccezione. 

Oggi come allora, Bembo è sinonimo di intraprendenza e le Spezie rappresentano ancora dopo cinquecento anni il nostro prodotto più importante. 

Semi, cortecce, delicate foglie e minuscoli frutti, essiccati e usati per aromatizzare ed esaltare i cibi, sono alla base della ricchezza di Bembo. 

Species deriva dal latino e significa merce speciale, di valore. In opposizione ai prodotti ordinari, questa definizione include, quindi, tutti i prodotti costosi e unici nel loro genere, così come Bembo ve li presenta.

Salva questo evento

Evento salvato