Salta navigazione principale
Contenuto pagina

Associazione Culturale Artingegno

PERCHE’….

L’ingegno e la manualità sono due delle caratteristiche principali che hanno reso possibile l’evoluzione e il progresso dell’umanità…

Fino alla rivoluzione industriale tutti gli oggetti venivano prodotti artigianalmente, in quei luoghi intrisi di fascino che erano le botteghe, dove spesso il confine tra artigianalità ed arte era vago.

Oggi la maggior parte delle cose che ci circondano sono realizzate in serie, secondo processi di lavorazione nei quali il ruolo delle persone è marginale.

Oggi dunque, decidere di avvalersi di tecniche artigianali non è più una necessità ma è una scelta ben precisa di chi sa ancora intravedere la magia di procedimenti antichi che l’umanità ha portato con sé attraverso le epoche come un bagaglio, l’importanza di tramandare questi saperi, un filo invisibile che ci lega alle nostre radici, che ci riporta ad una dimensione più a misura d’uomo…

ArtIngegno vuole essere un viaggio in questa dimensione, che è reale e probabilmente solo un po’ sommersa: gli espositori di Artingegno portano avanti un “fare” forse lontano dalle logiche di mercato, ma che sa ricordarci la passione, il talento e la bellezza che possono celarsi in un oggetto che non viene “prodotto”, ma nasce.

I loro manufatti non solo sono “slow” ovvero frutto di un lavoro dove centrale è la persona e la sua maestria, realizzati con pochi strumenti e tanta passione… ma sono anche d’autore perchè i nostri espositori non si limitano a riprodurre, ma inventano e creano dalla loro fantasia pezzi unici che non troverete altrove.

Troverete oggetti che somigliano a chi li ha realizzati, espressioni concrete di ingegno, creatività e manualità.

 

Sono ammessi gli artigiani e gli operatori di ingegno muniti di
relativa autocertificazione, che realizzano manufatti di propria
ideazione, pezzi unici o piccole serie, attraverso metodi di
lavorazione tradizionali o rivisitati, purchè ci sia trasformazione
della materia prima (dunque no assemblaggi o affini) e la persona sia
il fulcro della lavorazione (no artigianato digitale, produzioni
semiseriali, seriali o simili).

Salva questo evento

Evento salvato