ASAC Veneto

ASAC-Veneto, Associazione per lo Sviluppo delle Attività Corali del Veneto è l’associazione di riferimento della coralità veneta da oltre quarant’anni. È nata nel 1979 e ad essa sono iscritti Cori e Gruppi vocali di tutto il Veneto. ASAC, la più numerosa associazione musicale del Veneto, rappresenta un patrimonio di cultura, di musica, di tradizione, di attività e di benessere sociale.

Ad ASAC sono iscritti 270 cori con circa 11.000 coristi, promotori con ASAC di oltre 2.500 eventi corali ogni anno, diffusi capillarmente su tutto il territorio del Veneto. ASAC è un’Associazione apartitica e senza fini di lucro i cui dirigenti sono eletti direttamente da soci tra i propri rappresentanti con una rappresentanza paritaria in Consiglio Direttivo di due Consiglieri per ciascuna provincia, chiamati anche alla responsabilità della Consulta provinciale di appartenenza. Il Presidente viene eletto dal Consiglio Direttivo. Altro importante organo dell’ASAC è la Commissione Artistica, organo consultivo e tecnico composto da sei importanti musicisti ed esperti del settore. Un numero maggiore di musicisti sono nominati tra i Consulenti Artistici che collaborano con le Consulte provinciali nelle attività sul territorio e vengono chiamati in base alle loro competenze in commissioni e incarichi in manifestazioni e attività a più ampio respiro. Un collegio dei Sindaci, eletto dall’Assemblea, verifica la corretta gestione contabile e amministrativa. La mission di ASAC-Veneto si concentra sullo sviluppo della prassi musicale e sociale del fare coro; quale soggetto culturale del mondo musicale veneto, è in relazione e dialoga con le istituzioni, le organizzazioni similari a tutti i livelli e le associazioni corali del territorio, è associato alla rete nazionale con le altre Associazioni Regionali Corali attraverso Feniarco. Promuove formazione professionale ad alto livello per i direttori di coro e per le figure che curano l’attività musicale e corale nelle scuole. La progettualità e le attività realizzate in ambito formativo dell’Associazione costituiscono un elemento caratterizzante dell’ASAC, che ha sviluppato un’ampia struttura di iniziative parallele e integrate fra loro all’interno dell’Accademia Righele che ASAC ha fondato nel 2013. Tali iniziative puntano alla formazione sia dei direttori di coro che dei formatori vocali per coro, con percorsi formativi articolati in un più anni con docenti dei massimi livelli chiamati da tutta Italia e dall’estero, cori laboratorio specializzati nei repertori oggetto di studio nelle numerose Masterclass ed esami finali di valutazione a conclusione degli studi e nei passaggi intermedi. Analogamente si svolgono corsi di alfabetizzazione corale dedicati ai coristi, che a differenza dei precedenti che hanno respiro regionale e nazionale, hanno caratterizzazione provinciale e prestano attenzione alla preparazione vocale e allo studio della lettura e intonazione, elementi molto importanti a facilitare successivamente il lavoro dei direttori dei singoli cori di provenienza.

Oltre ai percorsi pluriennali di formazione per i direttori, vocalisti e coristi, ASAC offre altre opportunità di studio attraverso corsi di base realizzati a livello provinciale e un corso estivo residenziale della durata di cinque giorni, di volta in volta affidato ai più importanti musicisti di livello nazionale e internazionale affiancati da un musicista specialista nella tecnica di direzione e un vocalista che affronta le tematiche di carattere vocale. A supporto del corso sono chiamati due cori laboratorio con repertorio adeguato concordato con il docente principale, oggetto di studio durante il corso stesso. ASAC cura attività formative per i giovani presso gli istituti scolastici e organizza annualmente un Meeting dedicato esclusivamente ai cori di voci bianche e giovanili, offrendo anche uno spazio esclusivamente dedicato al Musical Theatre, sempre con docenti selezionati fra i nomi più importanti del panorama nazionale.

ASAC pubblica volumi cartacei e digitali che riguardano sia le nuove composizioni ed elaborazioni per coro che argomenti di interesse per il mondo corale e associativo; ogni due anni pubblica il Volume “Poesia in canto”, contenente brani appositamente composti da tre compositori di chiara fama e dedicati ai cori di voci bianche e giovanili. Ha pubblicato negli anni diversi volumi di partiture corali e ricerche etnomusicologiche e di nuove composizioni.

Molte sono le realtà corali, specie popolari, che conservano gelosamente un patrimonio di tradizione orale raccolto in particolare tra gli anni ’60 e ’90 con criteri scientifici e utilizzata, poi, anche per arricchire il repertorio di tradizione. Importante è la ricca Biblioteca musicale dell’Associazione che conserva un archivio di oltre 14.000 partiture, alcune di queste originali e inedite. Nel 2008, con una visione di prospettiva allora non scontata, sotto la direzione di Paolo Bon, ASAC-Veneto ha promosso il progetto Pontus che prevedeva la raccolta di materiale musicale proveniente da diverse tradizioni culturali relative alle aree di provenienza dei bambini o coristi immigrati presenti nelle sedi scolastiche e/o nei cori e dei familiari degli stessi attraverso

registrazioni e la compilazione di schede appositamente predisposte. Particolare attenzione era dato al materiale proveniente dalla tradizione popolare e folklorica italiani e dei vari paesi (canti, filastrocche, ninna nanna). Obiettivi della ricerca: l’apertura degli orizzonti culturali a favore di tutti gli studenti e coristi per un’integrazione condivisa, aperta e reciprocamente tollerante a favore di ospitanti ed ospiti, e la raccolta di materiale musicale nuovo ed inedito per una futura elaborazione e diffusione a livello nazionale ad uso del mondo corale e della scuola. Il territorio del Veneto annovera tra i più importanti e noti compositori di musica corale. Tra tutti ricordiamo il m° Bepi De Marzi le cui composizioni sono conosciute in tutto il mondo. Accanto a lui spiccano nomi altrettanto noti nel panorama internazionale e la loro partecipazione alla vita associativa fornisce importanti stimoli per la ricerca e il rinnovamento del repertorio. ASAC-Veneto intrattiene con loro uno scambio costante di idee e di progetti interessandoli alle iniziative. Anche il premio che viene assegnato all'interno del Festival della Coralità Veneta al compositore che si è distinto a livello nazionale e internazionale oltre ad essere un riconoscimento per il valore professionale vuole essere anche il segno di una relazione collaborativa con l'intera coralità veneta. Capitolo importante riguarda la concertistica. L'Associazione è viva e vitale nella promozione di progetti concertistici: ben 2500 sono quelli documentabili e che dice la forza della nostra associazione e la capillarità che rappresenta. Contemporaneamente le consulte promuovono rassegne e progetti corali sul loro territorio con la realizzazione di : Dolomiti in coro(BL), Treviso Canta, Festival dei cori a Lazise(VR), Rassegna di Monte Berico (VI) e molte altre. Negli ultimi anni ASAC, per raccogliere e rendere visibile l'attività dei concerti di Natale ha promosso l'iniziativa Nativitas che consta di circa 250 concerti per anno mentre nel periodo pasquale vengono promossi i concerti del territorio attraverso Pascalia. Ogni anno si realizzano grandi produzioni corali/orchestrali con concerti che raccolgono la presenza di decine di migliaia di persone. Ultimi più importanti esempi sono state nel 2018 il Requiem di W.A.Mozart con solisti, coro di 230 elementi e orchestra e a inizio 2019 la Passione Secondo San Giovanni di J.S.Bach con due cori (uno per i corali da 250 elementi e uno di quaranta elementi), orchestra con strumenti d’epoca e solisti. Il 24 maggio 2015 ASAC, in memoria dell’inizio della Grande Guerra, ha organizzato il più grande evento corale mai realizzato in Italia in Arena di Verona con la presenza di oltre 200 cori da tutta Italia, 2000 tra coristi e orchestrali sul palco e oltre 14.000 presenti tra il pubblico. Nel 2018 nella grande struttura del Palaluxottica di Agordo (BL), inaugurata al pubblico per l’occasione, ha chiuso le celebrazioni per la Grande Guerra con un grande concerto corale/orchestrale con circa 3000 persone presenti tra il pubblico. A tutt’oggi le due più grandi e importanti manifestazioni realizzate in Italia per e con i cori.

Da quarantadue anni ASAC organizza Venezia in Coro, manifestazione che coniuga turismo culturale e proposta artisticomusicale. I cori grazie a una convenzione con il Patriarcato di Venezia, accedono alle chiese del centro storico per eseguire concerti e per animare le celebrazioni liturgiche. Accedono nei musei della città per brevi intrattenimenti musicali; infine animano la vita della città sostando e cantando in campi e campielli. Venezia in Coro coinvolge i cori dell'Associazione ma anche molti gruppi di altre regioni italiane e dall’estero. Importante iniziativa biennale è il Festival della Coralità Veneta, suddiviso in categorie competitive e non competitive, organizzato a rotazione tra le varie province venete e importante momento di crescita e confronto di una coralità dinamica e attiva. I cori che raggiungono livelli di eccellenza sono ammessi di diritto al successivo Concorso Corale Nazionale di Vittorio Veneto, con cui ASAC collabora da sempre indicando un membro del comitato artistico e della giuria. ASAC promuove sia all’interno del suo Festival, nella categoria competitiva, che al Concorso Corale Nazionale di Vittorio Veneto uno Study Tour che permette di seguire i concorsi, dotati di partitura di tutti i brani eseguiti, con la guida di un docente/tutor che esamina con i partecipanti (direttori di coro e musicisti) tutti gli aspetti relativi alle audizioni analizzando le partiture, la prassi esecutiva, l’intonazione l’impostazione vocale ecc.

Grazie a tutto il lavoro di formazione svolto verso tutte le tipologie organico, di scambio e negli incontri concertistici i cori dell’ASAC-Veneto in quarant’anni di vita associativa hanno fatto un significativo salto di qualità. Hanno raggiunto importanti risultati che si possono osservare nei tanti successi e affermazioni ottenuti nei più importanti Concorsi Nazionali e Internazionali rappresentando così per le comunità cui appartengono importanti modelli di impegno serio e responsabile.

ASAC-Veneto, Associazione per lo Sviluppo delle Attività Corali del Veneto è l’associazione di riferimento della coralità veneta da oltre quarant’anni. È nata nel 1979 e ad essa sono iscritti Cori e Gruppi vocali di tutto il Veneto. ASAC, la più numerosa associazione musicale del Veneto, rappresenta un patrimonio di cultura, di musica, di tradizione, di attività e di benessere sociale.

Ad ASAC sono iscritti 270 cori con circa 11.000 coristi, promotori con ASAC di oltre 2.500 eventi corali ogni anno, diffusi capillarmente su tutto il territorio del Veneto. ASAC è un’Associazione apartitica e senza fini di lucro i cui dirigenti sono eletti direttamente da soci tra i propri rappresentanti con una rappresentanza paritaria in Consiglio Direttivo di due Consiglieri per ciascuna provincia, chiamati anche alla responsabilità della Consulta provinciale di appartenenza. Il Presidente viene eletto dal Consiglio Direttivo. Altro importante organo dell’ASAC è la Commissione Artistica, organo consultivo e tecnico composto da sei importanti musicisti ed esperti del settore. Un numero maggiore di musicisti sono nominati tra i Consulenti Artistici che collaborano con le Consulte provinciali nelle attività sul territorio e vengono chiamati in base alle loro competenze in commissioni e incarichi in manifestazioni e attività a più ampio respiro. Un collegio dei Sindaci, eletto dall’Assemblea, verifica la corretta gestione contabile e amministrativa. La mission di ASAC-Veneto si concentra sullo sviluppo della prassi musicale e sociale del fare coro; quale soggetto culturale del mondo musicale veneto, è in relazione e dialoga con le istituzioni, le organizzazioni similari a tutti i livelli e le associazioni corali del territorio, è associato alla rete nazionale con le altre Associazioni Regionali Corali attraverso Feniarco. Promuove formazione professionale ad alto livello per i direttori di coro e per le figure che curano l’attività musicale e corale nelle scuole. La progettualità e le attività realizzate in ambito formativo dell’Associazione costituiscono un elemento caratterizzante dell’ASAC, che ha sviluppato un’ampia struttura di iniziative parallele e integrate fra loro all’interno dell’Accademia Righele che ASAC ha fondato nel 2013. Tali iniziative puntano alla formazione sia dei direttori di coro che dei formatori vocali per coro, con percorsi formativi articolati in un più anni con docenti dei massimi livelli chiamati da tutta Italia e dall’estero, cori laboratorio specializzati nei repertori oggetto di studio nelle numerose Masterclass ed esami finali di valutazione a conclusione degli studi e nei passaggi intermedi. Analogamente si svolgono corsi di alfabetizzazione corale dedicati ai coristi, che a differenza dei precedenti che hanno respiro regionale e nazionale, hanno caratterizzazione provinciale e prestano attenzione alla preparazione vocale e allo studio della lettura e intonazione, elementi molto importanti a facilitare successivamente il lavoro dei direttori dei singoli cori di provenienza.

Oltre ai percorsi pluriennali di formazione per i direttori, vocalisti e coristi, ASAC offre altre opportunità di studio attraverso corsi di base realizzati a livello provinciale e un corso estivo residenziale della durata di cinque giorni, di volta in volta affidato ai più importanti musicisti di livello nazionale e internazionale affiancati da un musicista specialista nella tecnica di direzione e un vocalista che affronta le tematiche di carattere vocale. A supporto del corso sono chiamati due cori laboratorio con repertorio adeguato concordato con il docente principale, oggetto di studio durante il corso stesso. ASAC cura attività formative per i giovani presso gli istituti scolastici e organizza annualmente un Meeting dedicato esclusivamente ai cori di voci bianche e giovanili, offrendo anche uno spazio esclusivamente dedicato al Musical Theatre, sempre con docenti selezionati fra i nomi più importanti del panorama nazionale.

ASAC pubblica volumi cartacei e digitali che riguardano sia le nuove composizioni ed elaborazioni per coro che argomenti di interesse per il mondo corale e associativo; ogni due anni pubblica il Volume “Poesia in canto”, contenente brani appositamente composti da tre compositori di chiara fama e dedicati ai cori di voci bianche e giovanili. Ha pubblicato negli anni diversi volumi di partiture corali e ricerche etnomusicologiche e di nuove composizioni.

Molte sono le realtà corali, specie popolari, che conservano gelosamente un patrimonio di tradizione orale raccolto in particolare tra gli anni ’60 e ’90 con criteri scientifici e utilizzata, poi, anche per arricchire il repertorio di tradizione. Importante è la ricca Biblioteca musicale dell’Associazione che conserva un archivio di oltre 14.000 partiture, alcune di queste originali e inedite. Nel 2008, con una visione di prospettiva allora non scontata, sotto la direzione di Paolo Bon, ASAC-Veneto ha promosso il progetto Pontus che prevedeva la raccolta di materiale musicale proveniente da diverse tradizioni culturali relative alle aree di provenienza dei bambini o coristi immigrati presenti nelle sedi scolastiche e/o nei cori e dei familiari degli stessi attraverso

registrazioni e la compilazione di schede appositamente predisposte. Particolare attenzione era dato al materiale proveniente dalla tradizione popolare e folklorica italiani e dei vari paesi (canti, filastrocche, ninna nanna). Obiettivi della ricerca: l’apertura degli orizzonti culturali a favore di tutti gli studenti e coristi per un’integrazione condivisa, aperta e reciprocamente tollerante a favore di ospitanti ed ospiti, e la raccolta di materiale musicale nuovo ed inedito per una futura elaborazione e diffusione a livello nazionale ad uso del mondo corale e della scuola. Il territorio del Veneto annovera tra i più importanti e noti compositori di musica corale. Tra tutti ricordiamo il m° Bepi De Marzi le cui composizioni sono conosciute in tutto il mondo. Accanto a lui spiccano nomi altrettanto noti nel panorama internazionale e la loro partecipazione alla vita associativa fornisce importanti stimoli per la ricerca e il rinnovamento del repertorio. ASAC-Veneto intrattiene con loro uno scambio costante di idee e di progetti interessandoli alle iniziative. Anche il premio che viene assegnato all'interno del Festival della Coralità Veneta al compositore che si è distinto a livello nazionale e internazionale oltre ad essere un riconoscimento per il valore professionale vuole essere anche il segno di una relazione collaborativa con l'intera coralità veneta. Capitolo importante riguarda la concertistica. L'Associazione è viva e vitale nella promozione di progetti concertistici: ben 2500 sono quelli documentabili e che dice la forza della nostra associazione e la capillarità che rappresenta. Contemporaneamente le consulte promuovono rassegne e progetti corali sul loro territorio con la realizzazione di : Dolomiti in coro(BL), Treviso Canta, Festival dei cori a Lazise(VR), Rassegna di Monte Berico (VI) e molte altre. Negli ultimi anni ASAC, per raccogliere e rendere visibile l'attività dei concerti di Natale ha promosso l'iniziativa Nativitas che consta di circa 250 concerti per anno mentre nel periodo pasquale vengono promossi i concerti del territorio attraverso Pascalia. Ogni anno si realizzano grandi produzioni corali/orchestrali con concerti che raccolgono la presenza di decine di migliaia di persone. Ultimi più importanti esempi sono state nel 2018 il Requiem di W.A.Mozart con solisti, coro di 230 elementi e orchestra e a inizio 2019 la Passione Secondo San Giovanni di J.S.Bach con due cori (uno per i corali da 250 elementi e uno di quaranta elementi), orchestra con strumenti d’epoca e solisti. Il 24 maggio 2015 ASAC, in memoria dell’inizio della Grande Guerra, ha organizzato il più grande evento corale mai realizzato in Italia in Arena di Verona con la presenza di oltre 200 cori da tutta Italia, 2000 tra coristi e orchestrali sul palco e oltre 14.000 presenti tra il pubblico. Nel 2018 nella grande struttura del Palaluxottica di Agordo (BL), inaugurata al pubblico per l’occasione, ha chiuso le celebrazioni per la Grande Guerra con un grande concerto corale/orchestrale con circa 3000 persone presenti tra il pubblico. A tutt’oggi le due più grandi e importanti manifestazioni realizzate in Italia per e con i cori.

Da quarantadue anni ASAC organizza Venezia in Coro, manifestazione che coniuga turismo culturale e proposta artisticomusicale. I cori grazie a una convenzione con il Patriarcato di Venezia, accedono alle chiese del centro storico per eseguire concerti e per animare le celebrazioni liturgiche. Accedono nei musei della città per brevi intrattenimenti musicali; infine animano la vita della città sostando e cantando in campi e campielli. Venezia in Coro coinvolge i cori dell'Associazione ma anche molti gruppi di altre regioni italiane e dall’estero. Importante iniziativa biennale è il Festival della Coralità Veneta, suddiviso in categorie competitive e non competitive, organizzato a rotazione tra le varie province venete e importante momento di crescita e confronto di una coralità dinamica e attiva. I cori che raggiungono livelli di eccellenza sono ammessi di diritto al successivo Concorso Corale Nazionale di Vittorio Veneto, con cui ASAC collabora da sempre indicando un membro del comitato artistico e della giuria. ASAC promuove sia all’interno del suo Festival, nella categoria competitiva, che al Concorso Corale Nazionale di Vittorio Veneto uno Study Tour che permette di seguire i concorsi, dotati di partitura di tutti i brani eseguiti, con la guida di un docente/tutor che esamina con i partecipanti (direttori di coro e musicisti) tutti gli aspetti relativi alle audizioni analizzando le partiture, la prassi esecutiva, l’intonazione l’impostazione vocale ecc.

Grazie a tutto il lavoro di formazione svolto verso tutte le tipologie organico, di scambio e negli incontri concertistici i cori dell’ASAC-Veneto in quarant’anni di vita associativa hanno fatto un significativo salto di qualità. Hanno raggiunto importanti risultati che si possono osservare nei tanti successi e affermazioni ottenuti nei più importanti Concorsi Nazionali e Internazionali rappresentando così per le comunità cui appartengono importanti modelli di impegno serio e responsabile.

Eventi