Il contesto dei servizi socio-sanitari e l’agire dell’Assistente Sociale
Tutto esaurito
Il contesto dei servizi socio-sanitari e l’agire dell’Assistente Sociale

Il contesto dei servizi socio-sanitari e l’agire dell’Assistente Sociale

È terminata la vendita dei biglietti

Registrazioni terminate
Grazie per l'iscrizione. per informazioni o chiarimenti ci contatti all'indirizzo gruppo.supp.fc.asssocmn@gmail.com

Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

Via dei Toscani, 1

1 Via dei Toscani

46100 Mantova

Italy

Visualizza Mappa

Amici che parteciperanno

È terminata la vendita dei biglietti

Registrazioni terminate
Grazie per l'iscrizione. per informazioni o chiarimenti ci contatti all'indirizzo gruppo.supp.fc.asssocmn@gmail.com
Descrizione evento

Descrizione

FORMAZIONE CONTINUA DEGLI ASSISTENTI SOCIALI DELLA PROVINCIA DI MANTOVA

Il contesto dei servizi socio-sanitari e l’agire dell’Assistente Sociale

I servizi sociali sono oggi attraversati da mutamenti assai consistenti.

Il dato che forse più immediatamente risulta evidente a chi lavora nei servizi è l’esistenza di un costante allargamento della forbice tra i disagi che aumentano e le risorse disponibili che diminuiscono, ma anche di un moltiplicarsi e complessificarsi delle domande di cui singoli cittadini e gruppi sociali sono portatori. Gli Assistenti Sociali sono tra le professioni che più impattano questi cambiamenti per come prendono forma nelle domande dei cittadini e nelle risorse/forme dei servizi.

La legge di riforma sanitaria della Regione Lombardia, recentemente entrata in vigore (legge 23/2015) , ha riarticolato l’assetto istituzionale dei servizi (da ASL a ATS-ASST), proponendo un modello integrato che contenga le attuali frammentazioni: “elaborazione di modelli che assicurino alla persona la continuità di cura e assistenza, l’attivazione di percorsi personalizzati e di presa in carico” in un “processo di integrazione fra le attività sanitarie, sociosanitarie e quelle di competenza delle autonomie locali”. E’ un ulteriore cambiamento per i servizi e per gli operatori, che cerca di introdurre nei principi e negli indirizzi, un’attenzione importante all’integrazione.

È in questo quadro che oggi agli Assistenti Sociali viene richiesto di modificare funzioni, collocazioni e interventi rendendo più flessibili e integrati i modi di stare in dialogo con le trasformazioni sociali, con i mandati e i nuovi assetti istituzionali.

Obiettivi del percorso formativo:

• fornire chiavi di lettura per consentire di meglio comprendere e interagire con i cambiamenti sociali, culturali, economici, legislativi: influenze e ricadute nella vita dei cittadini, dei professionisti e dei servizi

• riconoscere e confrontare i modelli del lavoro nel sociale, sedimentati e collaudati dal punto di vista professionale e organizzativo per arrivare a ricondividere funzioni del servizio e svolgimento delle attività rispetto ai cambiamenti in atto

• avviare una riflessione sul processo di costruzione dell’identità professionale in dialogo tra cambiamenti e codice deontologico

• rivisitare e arricchire gli orientamenti professionali e culturali utilizzati dagli assistenti sociali per la valutazione delle situazioni e la rappresentazione dei problemi degli utenti, l’analisi dei vincoli e delle risorse per la progettazione degli interventi, l’interazione con famiglie e comunità locale


Programma:

lunedì 28 novembre 2016 ore 14.30-17.30 (gruppi di lavoro)

Presentazione del percorso formativo, composizione dei gruppi di lavoro

Che significato ha per gli assistenti sociali il cambiamento

Lunedì 12 dicembre 2016 - ore 9.00 -13.00 (plenaria) - ore 14.00-17.00 (gruppi di lavoro)

Cambiamenti nella società, cambiamenti nei servizi, cambiamenti nella professione: implicazioni per l’operatività e passaggi critici per andare verso nuove impostazioni dell’operatività. Riflessioni attorno alle culture del lavoro sociale e ai processi di costruzione dell’identità professionale tra sollecitazioni al cambiamento e fatiche degli operatori. Come vengono interrogate le identità professionali? Si tratta di approfondire la lettura delle trasformazioni sociali che investono i servizi.

Mercoledì 18 gennaio 2017 - ore 9.00 -14.00 (plenaria) - ore14.30 – 17.30 (gruppi di lavoro)

Il processo valutativo e conoscitivo: come in questo contesto sociale costruiamo conoscenza nelle situazioni dei singoli e delle loro famiglie? Quali riformulazione delle ipotesi per l’intervento? Quali coinvolgimento del micro contesto socio-relazionale? Quali vissuti emotivi nel costruire conoscenza ? Quali riferimenti e supporti del codice deontologico?

Mercoledì 1 febbraio 2017 - ore 9.00 – 13.00 (plenaria) - ore 14.00 – 17.00 (gruppi di lavoro)

La legge 23/2015 – come ha accolto le esigenze di cambiamento e innovazione nei servizi rispetto a una maggiore integrazione nei processi assistenziali e di cura

Mercoledì 15 febbraio 2017 ore 9.00-13.00 (plenaria)

Il lavoro con le famiglie e il lavoro nel e con il contesto sociale: quale riconoscimento della famiglia come risorsa, nelle sue possibili capacitazione e di assunzione di iniziative e responsabilità? quale cooperazione tra servizi e comunità per non assumere la delega in toto di occuparsi dei problemi sociali? Quale collegamento tra modificazioni/evoluzioni nelle situazioni e come nel contesto sono viste e rappresentate le problematiche sociali


Metodologia di lavoro:

La metodologia utilizzata è volta a costruire un percorso in cui gli assistenti sociali siano sollecitati a confrontarsi con alcune elaborazioni culturali e ad assumere un processo autoriflessivo rispetto al proprio modo di porsi in relazione ai cambiamenti e nelle situazioni lavorative. Per la realizzazione del percorso di formazione sarà utilizzata una metodologia orientata a valorizzare l'esperienza degli operatori e la specificità dei contesti organizzativi.
Gli incontri plenari avranno l’obiettivo di introdurre alcuni temi/problemi collegati ai cambiamenti in corso proponendo concettualizzazioni e nuove chiavi di lettura per la professione.
I gruppi di lavoro condotti da alcuni referenti, approfondiranno i diversi temi/problemi facendo emergere interrogativi, dubbi, questioni aperte nel lavoro professionale.


Destinatari

Al corso possono iscriversi un massino di 60 Assistenti Sociali che rappresentino diverse realtà, sia territoriali che del sistema dei servizi (ATS, ASST, Comuni, EUPE, Privato sociale), riservando almeno 6 posti a colleghi delle province limitrofe.


Docenti

Docenti dello Studio APS di Milano



Sede del percorso formativo

Aule Servizio Formazione ATS di Mantova – Via dei Toscani, 1 Edificio 4


Aspetti organizzativi

Per iscriversi è necessario registrarsi all'evento compilando la scheda di iscrizione entro e non oltre le ore 13,00 del giorno 11/11/2016.

Le richieste verrano accolte, in ordine di arrivo, sino ad esaurimento dei 60 posti disponibili.



Crediti formativi

Nel 2017 saranno attribuiti n. 5 crediti di area deontologica e crediti formativi che verranno definiti dall’Ordine regionale quanto prima.

Condividi con gli amici

Data e ora

Località

Via dei Toscani, 1

1 Via dei Toscani

46100 Mantova

Italy

Visualizza Mappa

Salva questo evento

Evento salvato