Gratuito

Vite che sono anche la mia - Lisa Ginzburg

Azioni e Pannello dettagli

Gratuito

Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

ITC Teatro di San Lazzaro

Via Rimembranze, 26

40068 San Lazzaro di Savena

Italy

Visualizza Mappa

Descrizione evento
Vite che sono anche la mia

Informazioni sull'evento

Conversazione con Ludovica Danieli

Letture a cura di Micaela Casalboni, Compagnia Teatro dell’Argine

nell'ambito della rassegna Vite che sono anche la mia | Autobiografia e immaginazione, a cura di Ornella Mastrobuoni

Sugli scaffali delle librerie dilagano generi ibridi: romanzi autobiografici, non-fiction novel, autofiction… Che fine ha fatto la pura invenzione? O non è vero piuttosto che per i narratori la fantasia è sempre memoria, testimonianza, come scriveva vent’anni fa Lalla Romano? Come entra dunque l’elemento autobiografico nei romanzi? Come avviene la trasfigurazione da vita vissuta a invenzione? Che ruolo gioca la memoria nel processo immaginativo? Si può misurare la distanza tra chi scrive e i suoi personaggi, le storie che racconta? A queste e altre domande saranno invitati a rispondere due scrittrici e due scrittori in una serie di conversazioni aperte al pubblico, il venerdì sera presso l’ITC Teatro di San Lazzaro.

Sabato 30 OTTOBRE , ore 10-13 | Laboratorio, MEDIATECA DI SAN LAZZARO

Il giorno successivo, il sabato mattina presso la Mediateca di San Lazzaro, ciascuno di loro incontrerà un piccolo gruppo di persone interessate a fare esperienza di scrittura e, nel corso di un laboratorio, proporrà esercizi di scrittura seguiti dalla condivisione in gruppo e da una riflessione sui meccanismi narrativi messi in atto.

Lisa Ginzburg, scrittrice e saggista, dopo un perfezionamento alla Normale di Pisa e dopo essersi occupata di mistica francese del Seicento, ha lavorato a Parigi, dove è stata direttrice di cultura della Unione latina. Nel 2021 è tornata a vivere in Italia. Ha pubblicato con Feltrinelli il romanzo “Desiderava la bufera” (2002) e la raccolta di racconti “Colpi d’ala” (2006). Ha curato con Cesare Garboli “È difficile parlare di sé” di Natalia Ginzburg (Einaudi 1999). Del 2016 è il romanzo “Per amore” (Marsilio). È autrice dei pamphlet “Buongiorno mezzanotte, torno a casa” (Italo Svevo edizioni 2018) e “Pura invenzione. Dodici variazioni su Frankenstein di Mary Shelley” (Marsilio 2019). Il suo ultimo romanzo “Cara pace” (Ponte alle Grazie) 2020 è entrato nella dozzina del Premio Strega 2021. Si prega di inserire i dati di ogni singolo partecipante.

INFORMAZIONI PER L'ACCESSO E PER LA PRENOTAZIONE

  • I biglietti prenotati dovranno essere ritirati entro e non oltre le 20:45 della sera stessa dell'evento. Tutti i biglietti non convalidati entro l'orario indicato verranno resi nuovamente disponibili per gli spettatori/spettatrici in lista d'attesa.
  • Si prega di inserire i dati di ogni singolo partecipante.
  • Si comunica che per la partecipazione all’evento è richiesto il Green Pass.
  • Si ricorda che all'interno del teatro è obbligatorio l'utilizzo della mascherina durante tutto lo svolgimento della serata. Si invita il pubblico a mantenere il distanziamento sociale in entrata e in uscita, i posti saranno distanziati come da indicazioni ministeriali.
Condividi con gli amici

Data e ora

Località

ITC Teatro di San Lazzaro

Via Rimembranze, 26

40068 San Lazzaro di Savena

Italy

Visualizza Mappa

{ _('Organizer Image')}

Organizzatore Teatro dell'Argine

Organizzatore di Vite che sono anche la mia - Lisa Ginzburg

Nel 1994 una ventina di giovani artisti decide di mettersi insieme per sviluppare un’idea di teatro aperto, inclusivo, dalla forte impronta sociale oltre che culturale e artistica.
Un teatro capace di tornare a essere centro della città, capace di riunire intorno a sé i cittadini, prima ancora che gli spettatori. Un teatro accogliente, per tutti.
Nasce così, alle porte di Bologna, la Compagnia Teatro dell’Argine che da più di vent’anni produce spettacoli, ospita artisti nazionali e internazionali, organizza laboratori con professionisti e non professionisti di ogni età e provenienza, tesse reti e favorisce scambi con altre realtà locali, inventa attività per la formazione del pubblico, si impegna in un’idea di teatro fortemente radicato sul territorio, ma capace di dar vita a progetti e azioni in Europa, Medio Oriente, Africa, Centro e Sud America.
Ed è proprio questa capacità di declinare a 360 gradi la pratica teatrale che ha fatto diventare il Teatro dell’Argine un punto di riferimento in campo nazionale e internazionale non solo sul piano artistico (premio della Critica 2006, premio Hystrio alla drammaturgia 2009, premio speciale Ubu 2011, premio Camillo Grandi 2012, premio della Critica 2015, premio Nico Garrone 2015, premio Ubu 2015) ma anche nell’ideazione e realizzazione di progetti speciali legati a contesti interculturali, sociali, educativi e didattici.
Futuri Maestri potrà avvalersi inoltre dell’esperienza acquisita dalla Compagnia in tanti anni di lavoro in numerosi istituti scolastici: oltre 1.500 laboratori realizzati dal 1994 ad oggi in scuole di diverso ordine e grado, dalla scuola dell’infanzia alle scuole secondarie di secondo grado. Ogni anno il Teatro dell’Argine conduce 100-150 laboratori scolastici che coinvolgono, da ottobre a giugno, circa 2.500 allievi e allieve dai 3 ai 18 anni.

Salva questo evento

Evento salvato