Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

Spazio Concrete

Via Romanello da Forlì

00176 Roma

Italy

Visualizza Mappa

Descrizione evento

Descrizione

La mostra fa parte del mese della fotografia a Roma #mfr19

Dall’infanzia tutti fuggono. All’infanzia – comunque essa sia stata vissuta, goduta, rifiutata o negata – tutti tornano. È un ritorno fatto di nostalgia, di ricordi, di sogni o anche, a volte, di rifiuti ed incubi. Perché nell’infanzia tutto c’è: felicità, sole, vacanze, sorrisi, giochi, penne colorate, mostri, fantasmi, ginocchia sbucciate e punture. E cicatrici, fisiche e non, più o meno dolorose. Il ricordo e le tracce di tutto ciò ci accompagnano sempre, nella forma di pensieri in bianco e nero o colorati, tridimensionali o sognati, nostri o ritrovati nel gesto di chi nell’infanzia vive oggi, qui o a chilometri di distanza, in posa o distrattamente raffigurato. Palesi o negati come i volti del bambino che eravamo e che cerchiamo di celare anche a noi stessi o come quelli dei nostri figli di adesso, nascosti, coperti e pixellati in nome di una mitica “privacy”.
Perché nell’infanzia tutto c’è e tutto è gioco; e il gioco è sempre molto serio.
Per questo abbiamo teso un filo rosso tra noi e un mondo più piccino e, al suono di “un, due, tre… stella!”, lo abbiamo immortalato.
Quindi fermi tutti, qui si gioca seriamente. Click.

Gli autori
Andrea Alessandrini, Carola Gatta, Aldo Frezza, Angelo Miranda, Luca Chiaventi, Andrea Civenzini, Maria Giulia Marini, Claudia Moretta, Laura Bussotti, Claudio Imperi, Marco Casini, Chiara Blandino, Gabriella Delaimo, Roberto Frisari, Antonio di Palo, Giulia Riccioni, Giovanni Coppi, Alessandro Fascetti.
Il progetto è nato all’interno di Officine Fotografiche.

Data e ora

Località

Spazio Concrete

Via Romanello da Forlì

00176 Roma

Italy

Visualizza Mappa

Salva questo evento

Evento salvato