Gratuito

ROME VIDEO GAME LAB - workshop "Giocare con vecchi calcolatori ..."

Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

Cinecittà Studios

1055 Via Tuscolana

00173 Roma

Italy

Visualizza Mappa

Descrizione evento
Aula Verde - Giocare con vecchi calcolatori, molto vecchi (14-18 ANNI)

Informazioni sull'evento

La prima parte del workshop è dedicata a presentare le attività di Progetto HMR nella realizzazione di simulatori software di vecchi calcolatori: la Calcolatrice Elettronica Pisana del 1957, il primo calcolatore elettronico costruito nel nostro paese, e il Calcolatore Automatico Numerico Educativo del 1970, esempio di calcolatore didattico usato nel primo corso di laurea in informatica attivato in Italia nell’a.a. 1969/70.

La simulazione permette a tutti di giocare con le macchine del passato, curiose, storicamente rilevanti e, soprattutto, trasparenti! Superata l’iniziale diffidenza si scopre che usandole si può capire come davvero funzionano le macchine universali, cioè i calcolatori (o i computer per chi preferisce l’Inglese). Concepite fin dal 1800, teorizzate negli anni ’30 del secolo scorso, infine realizzate nell’immediato dopoguerra, oggi sono presenti ovunque, ma nascoste, integrate in sistemi più complessi, o tenute a distanza da interfacce fin troppo amichevoli.

La simulazione è una soluzione ottimale per la conservazione della storia di scienza e tecnologia: permette di interagire con il passato senza essere vincolati alla fisicità dei cimeli e senza metterne a rischio l’integrità.

Oltre al funzionamento delle macchine, si cammina nelle scarpe dei primi informatici, insieme alla scomodità si scoprono mestieri scomparsi: il calcolatore (sì, prima era un mestiere), il compilatore e il minutatore – peraltro tutte professioni a maggioranza femminile.

Con i simulatori si possono costruire diversi contesti di gioco per rendere la didattica più avvincente. Lanciare un programma diventa una sfida, scriverne uno un’impresa. Giocare sui “videogiochi” realizzabili su quelle macchine permette di apprezzare la differenza fra la componente computazionale del videogioco, cioè quella per cui serve la macchina universale, e la sua fruibilità, che invece dipende da prestazioni e interfacce utente dedicate.

Infine, con un’anteprima sui lavori in corso a HMR, vedremo come i simulatori, al pari dei videogiochi, permettono di divertirsi sperimentando comportamenti rischiosi ma istruttivi, per esempio lasciando surriscaldare l’elettronica.

Terminata la discussione sul come e perché simulare vecchi calcolatori, si gioca con i simulatori della prima CEP del ’57 e del CANE del ’70. L’esperienza soddisfa domande come:

Come si usavano un tempo i calcolatori?

Conoscendo il binario, o se andava bene l’ottale, e perforando schede.

Cosa ci si poteva fare?

Tutto! Per definizione di macchina universale.

Anche un videogioco?

Certo - però non vi aspettate Half-Life: Alyx :)

Giovanni A. Cignoni è un informatico, laureato a Pisa in Scienze dell’Informazione e in Tecnologie Informatiche. È un ingegnere iscritto all’Ordine di Pisa. Svolge attività professionale dal 1993. Oltre alla libera professione è impegnato nella ricerca e nella didattica universitaria. Le sue competenze specifiche includono ingegneria del software, modellazione di sistemi e processi, simulazione di sistemi, gestione dei processi di sviluppo software, uso dell’informatica nelle aziende e nella pubblica amministrazione, business intelligence. Su molti di questi temi ha partecipato a progetti di ricerca nazionali e internazionali. Ha pubblicato libri e articoli scientifici. Oggi la sua primaria area di ricerca è la Storia dell’Informatica. Nel 2006 ha avviato il progetto Hackerando la Macchina Ridotta (HMR, www.progettoHMR.it, www.facebook.com/progettoHMR) del quale è sempre stato il principale attore.

È stato professore a contratto presso il corso di laurea in Informatica dell’Università di Padova (dal 1998 al 2003, titolare del corso di Ingegneria del Software), presso il corso di laurea in Informatica dell’Università di Firenze (dal 2000 al 2011, titolare dei corsi di Tecniche di Programmazione e di Ingegneria del Software), presso i corsi di laurea in Informatica dell’Università di Pisa (dal 1998 al 2012, titolare dei corsi di Ingegneria del Software, di Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione nelle Organizzazioni, di Simulazione).

È attualmente titolare del corso di Storia dell’Informatica al corso di laurea in Informatica Umanistica dell’Università di Pisa.

Il workshop è rivolto ai ragazzi dai 14 ai 18 anni d'età.

Condividi con gli amici

Data e ora

Località

Cinecittà Studios

1055 Via Tuscolana

00173 Roma

Italy

Visualizza Mappa

Salva questo evento

Evento salvato