Progetto Delfin -Approccio teorico-pratico all’applicazione dei criteri ESG

Azioni e Pannello dettagli

Fine vendite

Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

Evento online

Descrizione evento
Workshop di Capacity Building - progetto Interreg DelFin - Approccio teorico-pratico all’applicazione dei criteri ESG

Informazioni sull'evento

Nell’ambito del progetto DelFin, Finpiemonte e Fondazione Giacomo Brodolini organizzano un workshop per esplorare i meccanismi e le modalità di applicazione dei criteri ESG .

L’acronimo ESG sta per Environmental, Social, Governance e si utilizza in ambito economico/finanziario per indicare tutte quelle attività legate a crediti e investimenti che tengono in considerazione aspetti di natura ambientale, sociale e di governance.

Il workshop svilupperà i temi connessi all’applicazione dei criteri ESG per misurare, controllare e supportare l’impegno in termini di sostenibilità di un’impresa o di un’organizzazione.

Attraverso momenti di formazione frontale alternati a momenti interattivi laboratoriali, questo workshop permetterà di sviluppare familiarità e competenze pratiche per l’applicazione dei criteri ESG nella concessione di credito e nel fornire sostegno economico, al fine di promuovere un approccio più sostenibile ed inclusivo verso i soggetti che operano sul territorio con l’intenzione di generare ricadute e impatti positivi.

La sessione di formazione prevede tre moduli tematici:

1. Introduzione ai concetti ESG e alla Valutazione di impatto

Obiettivo del modulo è quello di fornire un’introduzione al lessico tematico: SDGs, Responsabilità sociale d’impresa, ESG, Impatto, Finanza sostenibile, Finanza etica, B-corp, eccetera.

La formazione guarderà inoltre a quali accezioni sono tipicamente utilizzate quando si parla di ESG e quali vincoli questo concetto può imporre all’azione degli intermediari finanziari.

Si affronterà anche il tema della crescente importanza assunta dalla Valutazione di Impatto per le rendicontazioni delle attività (sia in generale, si vedano ad esempio i nuovi obblighi per gli ETS/Enti del Terzo Settore, sia in specifico per le rendicontazioni dei progetti finanziati ad es. dalle Fondazioni).

2. Green new deal e Finanza sostenibile: gli indirizzi dell’Unione Europea

L’8 marzo 2018 la Commissione UE ha pubblicato il Piano d'Azione per la finanza sostenibile. Il Piano si pone l’obiettivo di ri-orientare i flussi di capitale privato verso una crescita sostenibile e inclusiva; gestire i rischi finanziari derivanti dai cambiamenti climatici e dai suoi impatti sociali; promuovere una finanza più trasparente e protesa agli investimenti a lungo termine, per supportare il “Green Deal Europeo”.

L’operatività è guidata da una serie di regolamenti comunitari, in fase di evoluzione, che coprono i diversi settori d’intervento:

- Tassonomia: criteri per poter considerare sostenibile un investimento (verso una “Tassonomia sociale”).

- Non financial disclosure: informazioni non finanziare che le imprese dovranno raccogliere e pubblicare.

- Loan origination monitoring (LOM): i fattori ESG nella concessione del credito nelle linee guida dell’EBA.

3. Quali strumenti per start-up e finanza sostenibile

L’impresa sostenibile, soprattutto se start-up, può essere supportata con diversi strumenti finanziari, a volte innovativi. In questa ultima sessione se ne vedranno alcuni che possono spesso operare in sinergia.

- Come indirizzare il credito verso obiettivi socio-ambientali

- ESG e rischio

- Fondi ad impatto

- Crowdfunding ed equity crowdfunding

- gli incubatori di impresa


		Immagine Progetto Delfin -Approccio teorico-pratico all’applicazione dei criteri ESG

Data e ora

Località

Evento online

Organizzatore Finpiemonte Spa, Fondazione Giacomo Brodolini

Organizzatore di Progetto Delfin -Approccio teorico-pratico all’applicazione dei criteri ESG

Salva questo evento

Evento salvato