Presentazione del libro THAI CHI (Tàijí) Poematica del principio di Massim...

Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

LIBRERIA SALVEMINI

Libreria Salvemini

Visualizza Mappa

Descrizione evento

Descrizione

A pag. 198 del suo libro magno Tai Chi (Tàijí) – Poematica del Principio (Firenze, Edenica, pp. 231, € 27,50), Massimo Mori accenna al filosofo e pensatore mistico cinese Zhuang Zi (369-286 a.C.), reputato tra i fondatori del Taoismo o Daoismo che dir piaccia, che ebbe una volta a sognare di essere una farfalla, “consapevole soltanto della mia felicità di farfalla, ignaro di essere me”. Quando Zhuang Zi si destò e tornò ad essere se stesso, fu colto da un dubbio: “… non so se allora ero un uomo che sognava di essere una farfalla o se adesso sono una farfalla che sogna di essere un uomo”.
Ecco, leggendo questa sua opera, in un certo senso testamentaria, mi è piaciuto pensare a Mori come una farfalla che sogna di essere un uomo e a me stesso come un lettore ammirato, incluso nel sogno della farfalla-Mori.
Fuor di filosofica celia, va pur affermato che questo volume è un trattato concernente il Tai Chi da studiare e da meditare più che da leggere. A me, profano di tale antica pratica cinese di ‘meditazione in movimento’, ha fatto pensare ad un libro ‘liquido’, per dirla alla Bauman, o ad un libro reticolare, come rete di reti di vari saperi, ovvero ad un libro sapienziale dove tutto armoniosamente e quasi miracolosamente fluisce: il sapere del Tai Chi si connette con il sapere della poesia che si interfaccia con il sapere della filosofia che si intreccia con il sapere della scienza. E questa straordinaria e felice ibridazione di tanti saperi è incarnata dall’uomo Mori, che è un maestro di Tai Chi, un medico radiologo ed un artista intermediale che sperimenta col suono e con la voce, con l’immagine e con l’installazione, con i libri-oggetto e col video, con la poesia visiva e con il gesto; nonché un organizzatore culturale (per quasi un quarto di secolo direttore artistico presso lo storico caffè Le Giubbe Rosse di Firenze) di una infinità di incontri, dibattiti e presentazioni sui più diversi temi ed argomenti. Massimo Mori, dunque, come ‘uomo totale’ immerso con estrema competenza, con invidiabile know-how nei differenti saperi e, quindi, poi capace di ricondurli dentro un’unica sfera di sapienza che egli declina come ‘poematica del principio’, ovvero conoscenza pratica, poiein meditativo del processo lungo la direttrice del Tao/Dao, la Via per la autorealizzazione del sé (e di sé).
Articolo di Marco Palladini



Data e ora

Località

LIBRERIA SALVEMINI

Libreria Salvemini

Visualizza Mappa

Salva questo evento

Evento salvato