2.135 € – 6.222 €

Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

Fiumana

Via Partisani 3

47016 Fiumana

Italy

Visualizza Mappa

Politica di rimborso

Politica di rimborso

Rimborsi fino a 30 giorni prima dell'evento

Descrizione evento

Descrizione

Il dott. Antonio De Pasquale, dopo l’esperienza pluriannuale del suo “Corso Teorico di Pedodonzia Pratica”, ha capito che formare un odontoiatra solo dal punto di vista pedodontico non era sufficiente, costruendo un corso che potesse dare una preparazione più completa a chi ogni giorno si approccia alle problematiche che le bocche e i denti dei bambini possono dare.

L’odontoiatra pediatrico o l’odontoiatra generico che si occupa di bambini deve avere conoscenze pluridisciplinari: prevenzione, conservativa, endodonzia, chirurgia, ortodonzia e sedazione cosciente.

Per avere un ventaglio di nozioni più completo, la squadra di relatori sarà composta di veri numeri 1 nel loro settore di pertinenza, succederanno il dott. Roberto Barone che tratterà il delicato quanto complicato mondo della chirurgia orale pediatrica, il dott. Arturo Fortini che si soffermerà sull’ortodonzia intercettiva dalla prevenzione alla cura, ed infine all’ultimo incontro il dott. Marco Moscati chiarirà gli aspetti legati alla sedazione cosciente con ossigeno e protossido d’azoto che ha sempre più importanza nella cura dei bambini.

Ma il corso non si limita a dare al partecipante solo una preparazione teorica, ad ogni incontro ci sarà una parte pratica per mettere in condizione tutti di affinare le tecniche conservative ed endodontiche, discusse con il dott. Antonio De Pasquale al primo incontro, durante queste giornate lo stesso verrà affiancato dalla dott.ssa Morena Mikaela Giacalone e verranno messi a disposizione dei partecipanti manichini pedodontici ed i materiali.

21/22/23 marzo 2019 Dr. De Pasquale

3/4 maggio 2019 Dr. Barone/Dr. De Pasquale

La chirurgia orale nel bambino e nel paziente ortodontico è un settore ancora non ben codificato, dove l’esperienza maturata nella chirurgia dell’adulto non è sufficiente per affrontare in sicurezza un’ampia varietà di situazioni cliniche. L’obbiettivo di questo corso è di fornire le informazioni indispensabili per un approccio razionale. Occorre conoscere le patologie specifiche dell’età evolutiva, gli accorgimenti necessari per adeguarsi alla psicologia del bambino e le tecniche chirurgiche meno invasive possibile.

  • Approccio medico e psicologico al piccolo paziente: una gestione razionale
  • Denti decidui reintrusi: quando e perché
  • Germectomie dei terzi molari: è ancora utile parlarne?
  • Denti soprannumerari inclusi: localizzazione e scelta della tecnica
  • Recupero chirurgico ortodontico di denti inclusi: non solo canini
  • Discussione interattiva su casi di chirurgia orale pediatrica

14/15 giugno 2019 Dr. Fortini/Dr. De Pasquale

TRATTAMENTO PRECOCE INTERCETTIVO/ORTOPEDICO: COSA FUNZIONA, QUANDO FUNZIONA, PERCHE’ FUNZIONA.

Il trattamento precoce di tipo intercettivo su malocclusioni scheletriche e causate da abitudini viziate ha da sempre generato un forte dibattito sul vantaggio o lo svantaggio di un trattamento in due fasi.

La discussione sul trattamento in due fasi verte generalmente sul fatto che, al contrario delle aspettative, il risultato finale è spesso simile a quello ottenibile con un trattamento tradizionale in un’unica fase, ma il tempo di trattamento è più lungo.

In realtà, il trattamento intercettivo, (con dispositivi ortopedici e/o funzionali) rappresenta una scelta clinica che può essere più efficace e più efficiente: in grado cioè di ottenere risultati migliori, con un migliore rapporto costi-benefici, ma devono essere utilizzate procedure cliniche diverse di quelle adottate fino ad oggi.

Quando lavoriamo precocemente In dentatura mista, i dispositivi ortodontici ed ortopedici spesso vengono ancorati spesso ai denti decidui in modo tale da indurre non solo le modificazioni scheletriche, ma anche la correzione spontanea dei denti permanenti.

I principali vantaggi di questo metodo sono:

PREVENZIONE:

  • Nessun rischio di danno iatrogeno a carico dei denti permanenti (che non vengono toccati).
  • Prevenzione dei possibili effetti collaterali indesiderabili prodotti da un lungo trattamento con apparecchiature fisse ancorate ai denti permanenti, poichè l’eventuale seconda fase di trattamento è breve o spesso non necessaria.

EFFICACIA (= risultati migliori):

  • Migliore movimento dei denti permanenti (senza compensi dento-alveolari).
  • Predicibilità dei risultati: al paziente viene chiesta poca o nessuna collaborazione.

EFFICIENZA (= migliore rapporto costi-benefici):

  • Le procedure cliniche sono semplici e non sono necessarie biomeccaniche sofisticate e di denti permanenti si muovono spontaneamente.
  • Minimo “tempo alla poltrona”.
  • Minimizzazione dell’eventuale seconda fase di trattamento.

PROGRAMMA

Il trattamento precoce

  • cosa significa “precoce” oggi ?
  • scopi del trattamento precoce
  • linee guida

Importanza del timing

  • rivalutazione della importanza del picco di crescita : come e quando
  • rivalutazione del metodo delle vertebre cervicali
  • timing e compliance

Indicazioni al trattamento precoce

  • le “urgenze”ortodontiche
  • Classi II scheletriche ( Cochrane : ovj aumentati)
  • Cross-bites anteriori
  • Cross-bites posteriori
  • Abitudini viziate
  • Deglutizione atipica, succhiamento dito
  • La sindrome da disfunzione anteriore

->SCARICA LA LOCANDINA <-

Linee guida e protocolli di utilizzo degli apparecchi per intercettiva/ortopedia

  • Gli apparecchi per il controllo della dimensione verticale
    • Dimensione verticale ridotta
      • Apparecchi funzionali, Placche di Cervera a bite singolo o doppio, bite plates fissi e/o rimovibili
    • Dimensione verticale aumentata
      • Apparecchi funzionale, Placche di Cervera a bites posteriori, Griglie, bites posteriori, barre palatine, archi linguali
  • Gli apparecchi per il controllo della dimensione sagittale
  • I “deficit” mandibolari:
  • il Twin Blockdi Clark
  • Indicazioni e gestione clinica
  • Costruzione e gestione clinica
  • Valutazione degli effetti scheletrici
  • Confronto con altri apparecchi funzionali ( Attivatori, Frankel, Bionator)
  • Gli “eccessi” mascellari:
  • Utilizzo ragionato e attualità delle Trazioni Extraorali: come apparecchiature ortopediche ( singole o in associazione ad attivatori, es. Teuscher )
  • Il controllo deiproblemi di overjet negativo ( Classe III )
    • I vari tipi di apparecchi funzionali per il controllo della III Classe e il loromanagement clinico:
  • Bionator , Frankel
  • Attivatori
    • La Maschera Facciale:
  • Tipologie e protocollo terapeutico
  • Utilizzo combinato con espansore rapido del mascellare
  • Effetti scheletrici e dento-alveolari
  • Protocolli terapeutici innovativi
  • Gli apparecchi per il controllo della dimensione trasversale
  • Discrepanza trasversale ed espansione
  • Il corretto timing di intervento
  • Espansione con apparecchi funzionali
  • Espansione dento-alveolare
  • Gli Espansori lenti:
  • Quad Helix
  • NiTi Expander
  • Novità !!! Leaf Expander ( espandere senza collaborazione ! )
  • Espansione ortopedica
  • Espansore rapido del mascellare
    • Tipologie e protocollo di utilizzo
    • Evidenza scientifica per un utilizzo ragionato
    • La espansione ortopedica con appoggio solo sui decidui
    • Le nuove tipologie di viti per il controllo della espansione
  • Evidenze scientifiche nel breve e lungo termine.
  • Perché oggi interveniamo in epoca sempre più precoce
    • Valutazione degli effetti scheletrici e/o dento-alveolari indotti dall’utilizzo dei vari tipi di apparecchiature
    • Revisione sistematica della letteratura

12/13 luglio 2019 Dr. Moscati/Dr. De Pasquale

Negli ultimi 4 anni il relatore ha tenuto più di cento conferenze sulla sedazione inalatoria in Italia ed all’estero.

Questo corso nasce per rispondere alle esigenze dell’odontoiatra che vuole iniziare a conoscere o approfondire l’utilizzo della sedation machine nello studio odontoiatrico.

Si fornirà ai corsisti una maggiore conoscenza della metodica al fine di migliorare le loro competenze e quindi incrementare le sicurezze nell’utilizzo della sedation machine anche nei casi più complessi.

Si analizzeranno in maniera più approfondita gli aspetti legati alla gestione ed al trattamento dei pazienti considerati generalmente poco collaboranti come:

  • paziente odontofobico
  • paziente pediatrico
  • paziente disabile

Si valuteranno le indicazioni all’utilizzo del protossido d’azoto per le prestazioni di lunga durata come ad esempio durante la chirurgia.

->SCARICA LA LOCANDINA <-

Si discuterà delle controindicazioni che limitano l’utilizzo della sedazione inalatoria nello studio odontoiatrico.

Si dedicherà l’ultima parte del corso ad affrontare le tematiche proposte dai corsisti.

Ampio spazio sara dedicato al modo di interfacciar- si con i genitori e i piccoli pazienti e all’uso della metodica della sedazione cosciente con protossido di azoto.Verranno presentati i protocolli per la prevenzione orale in pedodonzia ed infine si trattera la gestione della “Molar ed Incisor Hipomineralization” (MIH).


Condividi con gli amici

Data e ora

Località

Fiumana

Via Partisani 3

47016 Fiumana

Italy

Visualizza Mappa

Politica di rimborso

Rimborsi fino a 30 giorni prima dell'evento

Salva questo evento

Evento salvato