Orchestra Sinfonica Siciliana - Sciacca - Piazzolla Grieg & Dvoràk

Azioni e Pannello dettagli

Fine vendite

Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

Atrio inferio del Palazzo comunale

Corso Vittorio Emanuele

92019 Sciacca

Italy

Visualizza Mappa

Descrizione evento
Piazzolla, Grieg & Dvořák Luciano Acocella, direttore Alessandro Quarta, violino

Informazioni sull'evento

Astor Piazzolla

Mar de la Plata 1921 - Buenos Aires 1992

Dalle Cuatro Estaciones Porteñas: Primavera e Invierno (arrangiamento di Leonid Desyatnikov

Compositore argentino di origine italiana, Astor Piazzolla è stato giustamente considerato il più grande autore di una delle danze più popolari del Novecento, il Tango, nonostante abbia modificato le caratteristiche fondamentali di questa danza che gli Argentini conservano come qualcosa di sacro.

Astor Piazzolla

Mar de la Plata 1921 - Buenos Aires 1992

Dalle Cuatro Estaciones Porteñas: Primavera e Invierno (arrangiamento di Leonid Desyatnikov)

Compositore argentino di origine italiana, Astor Piazzolla è stato giustamente considerato il più grande autore di una delle danze più popolari del Novecento, il Tango, nonostante abbia modificato le caratteristiche fondamentali di questa danza che gli Argentini conservano come qualcosa di sacro. Piazzolla ha avuto il grande merito di aprire il Tango al jazz e anche ad una scrittura dissonante estremamente moderna mantenendone sempre il carattere sensuale e la straordinaria forza comunicativa capace di affascinare e sedurre il pubblico.

La grande tradizione del tango argentino costituisce anche la fonte d'ispirazione delle Cuatro Estaciones Porteñas, quattro composizioni inizialmente concepite da Piazzolla come pezzi a se stanti tra il 1965 e il 1970 per il quintetto nel quale lo stesso compositore suonava il bandaneón e delle quali saranno eseguite soltanto Primavera e Invierno. Tra il 1996 e il 1998 il compositore russo Leonid Desyatnikov, creando un ponte con le Quattro stagioni di Vivaldi, realizzò una versione per violino e orchestra d'archi dividendo ogni brano in tre parti e introducendo delle citazioni dei concerti del compositore veneziano. Nel fare questo egli tenne conto delle differenze dei due emisferi, anche in considerazione del fatto che l'aggettivo Porteño si riferisce a coloro che sono nati a Buenos Aires, e, così, in Verano (Estate) introdusse, per esempio, delle citazioni dell'Inverno di Vivaldi.

Astor Piazzolla

Mar de la Plata 1921 - Buenos Aires 1992

Quattro tanghi (arrangiamento di Alessandro Quarta)

Fracanapa

Jeanne y Paul

Oblivion

Libertango

Saranno presentati in arrangiamenti curati dal maestro Quarta gli altri quattro tanghi, dei quali Fracanapa si segnala per la sensualità che promana della sua melodia principale, aspetto che condivide anche con il successivo tango Jeanne y Paul. Alla fama di Oblivion, composto nel 1982, ha contribuito certamente il fatto che è stato inserito nella colonna sonora del film Enrico IV di Marco Bellocchio. Aperto da una melodia di struggente malinconia, questo Tango, che, a differenza di altre pagine del compositore argentino, è più tradizionale senza grossi sconfinamenti nel jazz, presenta nella sezione centrale un tema di carattere contrastante e sensuale, sebbene meno intenso.

Durata: 28'

Edvard Grieg

Bergen 1843 - Bergen 1907

Danze norvegesi (Norwegische Tänze) op. 35

Allegretto marcato

Allegretto tranquillo e grazioso

Allegro moderato alla marciaAllegro molt

La Norvegia con le sue melodie popolari, tratte da una raccolta di canzoni di montagna del paese scandinavo curata dal compositore Ludvig Mathias Lindemans, è la protagonista delle Quattro danze norvegesi,

Astor Piazzolla

Mar de la Plata 1921 - Buenos Aires 1992

Dalle Cuatro Estaciones Porteñas: Primavera e Invierno (arrangiamento di Leonid Desyatnikov)

Compositore argentino di origine italiana, Astor Piazzolla è stato giustamente considerato il più grande autore di una delle danze più popolari del Novecento, il Tango, nonostante abbia modificato le caratteristiche fondamentali di questa danza che gli Argentini conservano come qualcosa di sacro. Piazzolla ha avuto il grande merito di aprire il Tango al jazz e anche ad una scrittura dissonante estremamente moderna mantenendone sempre il carattere sensuale e la straordinaria forza comunicativa capace di affascinare e sedurre il pubblico.

La grande tradizione del tango argentino costituisce anche la fonte d'ispirazione delle Cuatro Estaciones Porteñas, quattro composizioni inizialmente concepite da Piazzolla come pezzi a se stanti tra il 1965 e il 1970 per il quintetto nel quale lo stesso compositore suonava il bandaneón e delle quali saranno eseguite soltanto Primavera e Invierno. Tra il 1996 e il 1998 il compositore russo Leonid Desyatnikov, creando un ponte con le Quattro stagioni di Vivaldi, realizzò una versione per violino e orchestra d'archi dividendo ogni brano in tre parti e introducendo delle citazioni dei concerti del compositore veneziano. Nel fare questo egli tenne conto delle differenze dei due emisferi, anche in considerazione del fatto che l'aggettivo Porteño si riferisce a coloro che sono nati a Buenos Aires, e, così, in Verano (Estate) introdusse, per esempio, delle citazioni dell'Inverno di Vivaldi.

Astor Piazzolla

Mar de la Plata 1921 - Buenos Aires 1992

Quattro tanghi (arrangiamento di Alessandro Quarta)

Fracanapa

Jeanne y Paul

Oblivion

Libertango

Saranno presentati in arrangiamenti curati dal maestro Quarta gli altri quattro tanghi, dei quali Fracanapa si segnala per la sensualità che promana della sua melodia principale, aspetto che condivide anche con il successivo tango Jeanne y Paul. Alla fama di Oblivion, composto nel 1982, ha contribuito certamente il fatto che è stato inserito nella colonna sonora del film Enrico IV di Marco Bellocchio. Aperto da una melodia di struggente malinconia, questo Tango, che, a differenza di altre pagine del compositore argentino, è più tradizionale senza grossi sconfinamenti nel jazz, presenta nella sezione centrale un tema di carattere contrastante e sensuale, sebbene meno intenso.

Durata: 28'

Edvard Grieg

Bergen 1843 - Bergen 1907

Danze norvegesi (Norwegische Tänze) op. 35

Allegretto marcato

Allegretto tranquillo e grazioso

Allegro moderato alla marcia

Allegro molto

La Norvegia con le sue melodie popolari, tratte da una raccolta di canzoni di montagna del paese scandinavo curata dal compositore Ludvig Mathias Lindemans, è la protagonista delle Quattro danze norvegesi, composte da Grieg nel 1881 per pianoforte a quattro mani e in seguito orchestrate dal direttore d’orchestra ceco Hans Sitt.

Durata: 18'

Antonín Dvořák

Nelahozeves 1841 - Praga 1904

Danze slave per orchestra

op.46

N. 1 in Do maggiore (Furiant)

N. 2 in Mi minore (Dumka)

N. 5 in La maggiore (Skočná)

N. 8 in Sol minore (Furiant)

op. 72

n.2 in mi minore (Dumka)

n.7 in do maggiore (Kolo)

Le Danze slave, composte da Dvořák nel 1878, comprendono, conformemente a quanto specificato già nel titolo, una serie di danze, originariamente scritte per pianoforte a quattro mani e ispirate alle Danze Ungheresi di Johannes Brahms che servirono, però, solo come modello.


		Immagine Orchestra Sinfonica Siciliana  - Sciacca -  Piazzolla Grieg & Dvoràk

Data e ora

Località

Atrio inferio del Palazzo comunale

Corso Vittorio Emanuele

92019 Sciacca

Italy

Visualizza Mappa

Organizzatore Comune di Sciacca

Organizzatore di Orchestra Sinfonica Siciliana - Sciacca - Piazzolla Grieg & Dvoràk

Salva questo evento

Evento salvato