Gratuito

OMAGGIO A VILLI HERMANN

Azioni e Pannello dettagli

Gratuito

Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

Tenstar Community

C.so Porta Palio. 84

37122 Verona

Italy

Visualizza Mappa

Descrizione evento
Omaggio a Villi Hermann. Rassegna cinematografica di lunghi e cortometraggi

Informazioni sull'evento

Carissimi,

in occasione della 27.esima edizione del San Giò Video Festival 2021 si terrà presso la Tenstar Community una rassegna cinematografica dedicata al regista svizzero Hermann Villi. L'evento si svolgerà a partire dalle ore 14.30 nelle giornate dal 24 al 27 luglio.

Per info chiamare 3338282004 (Sami)

Segue il programma completo:

24 luglio ore 14.30

Ultima sfornata, 11 min, bianco/nero, in ita

di Villi Hermann

Durante il “confinamento” causato dal coronavirus, facendo ordine nel mio archivio ho trovato più di sessanta fotografie, scattate prima della chiusura del negozietto-panetteria di Beride, il mio paese nel Malcantone. Nel 1992 ho vissuto, con il “prestinée dal paes” e la mia Leica, la notte dell’ultima sfornata locale: immerso nel silenzio notturno, ho seguito gesti che mi sembravano ancestrali.

Disposte le foto ritrovate sul tavolo di cucina, le ho riprese con il telefonino. Da questa bozza e senza mai incontrarci ho creato con gli amici Alberto Nessi, Alberto Meroni e Zeno Gabaglio, un film completamente virtuale, lavorando a distanza. È stata una sfida nuova per me, cineasta che ha iniziato l’attività con la pellicola.

Al Letten con una donna poliziotta, 1994, 8 min, colore, ita

di Villi Hermann

Servizio televisivo sullo spaccio negli anni ‘90 a Zurigo, il cosiddetto “Platzspitz”

Platzspitz e Letten, sinonimi dell’eroina consumata sotto gli occhi di tutti.

Agli inizi degli anni ‘90 la ricca e tranquilla Svizzera scoprì di avere al suo interno un profondo malessere. A pochi metri dalle banche e dalle vetrine scintillanti della Bahnhofstrasse di Zurigo, la droga scorreva a fiumi. Erano i tempi delle cosiddette scene aperte. Dapprima quella del Platzspitz. Per 10 anni, fino al suo sgombero nel 1992, è stato il “Needlepark”, il parco delle siringhe per i tossicodipendenti di mezza Europa. Vergogna e scandalo per Zurigo e la Svizzera. Immagini drammatiche, difficili da cancellare. Alle quali si sono poi aggiunte quelle dell’ex stazione ferroviaria del Letten, l’altro inferno della droga, che è stato chiuso nel febbraio di 20 anni fa.

Giovanni Orelli. Finestre aperte, 1998, 15 min, colore, in ita

di Villi Hermann

Video-ritratto dello scrittore ticinese Giovanni Orelli, che passa da una finestra all’altra della sua casa in Val Bedretto (Ticino), senza mai smettere di raccontare.

Sono i tetti, un fiume, i prati, gli alberi, i boschi e le montagne che vede da queste finestre a dare il via a un flusso inarrestabile di ricordi e di riflessioni, riprese in un unico piano sequenza.

“Dare immagine alle parole di uno scrittore è, per un cineasta, una sfida. Le sue parole scritte devono farci viaggiare e farci sognare. Giovanni Orelli ha occhi che brillano quando ci racconta storie o quando riscopre parole antiche. Sono sensazioni che ho cercato di ridare allo spettatore”

Greina, 2006, 28 min, colore, in ita

di Villi Hermann

Per il breve periodo estivo, l’alpigiano Giovanni Boggini di Aquila (Svizzera) carica l’alpe con le sue mucche, siamo sull’Alpe della Greina, l’esteso altipiano che unisce il Ticino ai Grigioni.

È l’ultimo anno in cui il casaro ha potuto produrre il suo formaggio e il burro in una caldera riscaldata a legna, nella maniera tradizionale; in seguito l’alpe si è dovuta “modernizzare per essere euro-compatibile”. Il ritorno sull’Alpe Motterascio con un elicottero, durante quest’inverno; l’altipiano della Greina ammantato di bianco, che assomiglia quasi ad un ghiacciaio, per poi passare con l’alpigiano Boggini al bianco laboratorio interno, con le piastrelle lustre e gli oggetti luccicanti, sembra un laboratorio di alta tecnologia farmaceutica, l’obbligo di portare una cuffia sterilizzata e altre costrizioni simili vengono accettate dal casaro con scetticismo. Credo che soltanto l’amore e la passione per il proprio mestiere possa spiegare le ragioni di chi, malgrado le difficoltà, continua a far vivere questa attività.

La colonna sonora è composta ed eseguita da Christian Gilardi, Zeno Gabaglio e Marco Fratantonio che impiegano suoni elettronici abbinati a strumenti popolari come la fisarmonica, strumento “classico” del mondo rurale.

Il villaggio Leumann, 1984, 20 min, colore, in ita

di Villi Hermann

Alle porte di Torino sorge uno dei maggiori esempi in Italia di villaggio operaio, nato dalla mente dell’imprenditore svizzero Napoleone Leumann (1841 – 1930).

Siamo al Villaggio Leumann, a Collegno, un villaggio che porta il nome dell’industriale che lo ha creato, e che dal 1997 fa parte della rete degli Ecomusei della Provincia di Torino.

Ultime luci rosse, 2021, 9 min, bianco/nero, in ita

di Villi Hermann

Nel 1993 cessava l’attività del Cinema-Teatro di Chiasso (Ticino) come cinema a luci rosse.

Con la mia Leica nascosta nel cappotto ho documentato l’ultima proiezione hard-core della cittadina di confine.

Durante il confinamento ho ritrovato le fotografie, le ho disposte sul tavolo della cucina e con i miei amici ho creato un film virtuale, lavorando a distanza. Una sfida nuova per me, cineasta che ha iniziato l’attività con la pellicola.

25 luglio ore 14.30

Luigi Einaudi. Diario dell’esilio svizzero, 2000, 75 min, colore, in ita, con sottotitoli in tedesco

di Villi Hermann

Nel 1943, temendo di finire ostaggio dei nazifascisti, il settantenne Luigi Einaudi è costretto a raggiungere la Svizzera. Il documentario riscopre il periodo d’esilio attraverso il Diario dell’esilio di Einaudi e i racconti di vari testimoni, tra difficoltà quotidiane e burocratiche. Diario letto da Omero Antonutti, interviste con Roberto Einaudi, Giorgio Bocca, Renata Aldrovandi Einaudi, Edgardo Sogno, Giuseppe Di Stefano e Maria Gabriella di Savoia.

Tapperman, 2012, 15 min, colore, in ita, con sottotitoli in inglese,

di Alberto Meroni, Svizzera, produzione Imagofilm Lugano

Paul è un venditore porta a porta di contenitori per alimenti. Piccole scatole di plastica con le quali sigillare i cibi tenendoli lontano da ogni contaminazione esterna. E la sua vita è proprio come uno di quegli alimenti, sigillata. Il mondo attorno evolve, ma lui non riesce a starne al passo rendendolo un goffo pesce fuor d’acqua.

Nonostante i suoi sforzi, la sua esperienza e il suo aspetto ancora piacevole, Paul non riesce a raggiungere gli obiettivi di vendita imposti del suo nuovo capo, la giovane e ambiziosa Amanda. Ma Paul continua a tentare fino al giorno in cui non gli accadrà qualcosa di assolutamente inaspettato. Un avvenimento che gli farà aprire gli occhi, costringendolo a riflettere sul senso della sua vita. Un episodio davvero curioso che lo porterà addirittura a cambiare professione, diventando così un venditore di apriscatole.

26 luglio ore 14.30

WALKER. Renzo Ferrari, 2004, 33 min, colore, in ita, con sottotitoli in francese

di Villi Hermann

Il film su Renzo Ferrari non è una biografia, ma una sorta di “spia biografica”, fatta d’indizi scoperti all’interno dei suoi quadri: associazioni, oggetti, sculture, ombre e segnali. Nessun esperto, nessun amico, nessun critico. Solo i suoi quadri e gli elementi visivi e sonori che essi esprimono. Per questo film il mio punto di vista è dunque quello del racconto di fiction, un viaggio biografico attraverso i quadri di Renzo Ferrari. Il film mostra i luoghi milanesi dove vive l’artista. Si vedono i boschi di Cadro (vicino a Lugano), il suo Bateau-Lavoir esterno con le tende al vento, il suo piccolo atelier ticinese. La colonna sonora è mescolata ai suoni della metropolitana di Milano e di New York, città che tanto lo hanno ispirato. Renzo Ferrari è un artista di frontiera.

La battaglia di Algeri, un film nella Storia, 2017, 52 min, colore, in ita

di Malek Bensmaïl, coproduzione Francia, Algeri, Svizzera-Imagofilm Lugano

Sessant’anni dopo, l’appassionante ritorno di un film tra storia e leggenda. Nel 1965, tre anni dopo l’indipendenza dell’Algeria, il regista italiano Gillo Pontecorvo ricostruisce nel suo film la battaglia di Algeri (1956-1957). Il film in bianco e nero dall’estetica ispirata dei fatti di attualità ha l’effetto di una bomba e si guadagna il Leone d’Oro a Venezia nel 1966. La delegazione francese boicotta la consegna del premio e il film resta di fatto vietato per anni nelle sale cinematografiche francesi. Con varie testimonianze: Picci Pontecorvo, Marco Pontecorvo, Simone Pontecorvo, Giuliano Montaldo, Francesca Solinas.

27 luglio ore 14.30

La fin da la val l'è mia la fin dal mund, 2018, 63 min, colore, in ita, sottotitoli in inglese

di Peter Frei, produzione Imagofilm Lugano

In fondo alla Val Rovana, Ticino, a 1400 metri, si trovano due paesini: Campo Vallemaggia e Cimalmotto. Trecento anni fa in questi nuclei vivevano mille persone, oggi ne rimangono una cinquantina.

Tre famiglie contadine, tra indigeni e svizzeri d’oltralpe, tre tipi di transumanza, più un discendente della famiglia Pedrazzini, promotore di diversi progetti per la lenta rinascita della regione, sono i protagonisti grazie ai quali questo angolo remoto rimane popolato durante le quattro stagioni.

Condividi con gli amici

Data e ora

Località

Tenstar Community

C.so Porta Palio. 84

37122 Verona

Italy

Visualizza Mappa

Organizzatore Tenstar Community

Organizzatore di OMAGGIO A VILLI HERMANN

  

Logo Estudio CPinos
Per oltre 20 anni, lo studio fondato e guidato da Carme Pinós ha intrapreso progetti nazionali e internazionali di rilievo, lavorando su creazioni all'interno di contesti, schemi, programmi e scale molto diversi in paesi come il Messico, l'Austria e la Francia.
Estudio Carme Pinós lavora su una vasta gamma di tipologie - da layout urbani, parchi, ponti, lungomare, grattacieli, centri culturali e sportivi, università e scuole a strutture abitative e design di mobili.
La risposta a ciascun programma, contesto, budget e disponibilità di tempo è necessariamente unica, ma esiste un denominatore comune alla base di tutti i progetti dello studio: una comprensione del mondo e dell'architettura in cui il senso comune e la responsabilità sono la priorità.
Ogni progetto intrapreso da Estudio Carme Pinós si sviluppa attorno a un quadro concettuale forte e semplice, ideato e costantemente rivisto dall'architetto Carme Pinós stessa, e progettato per soddisfare tutti i soggetti coinvolti.
La coerenza tra tutti i progetti è inoltre assicurata da un'attenzione particolare a tutte le fasi della commissione, dallo schema originale fino all'ultimo dettaglio, alla generosa attenzione sul processo di costruzione.
Nel corso degli anni, Estudio Carme Pinós è riuscito a consolidare una rete collaborativa di architetti locali e specialisti di ingegneria che lavorano regolarmente con lo studio e condividono la stessa filosofia.
Questo particolare approccio alle commissioni prende forma in un linguaggio formale riconoscibile in cui lo studio si muove liberamente: chiarezza strutturale e concettuale, onestà materiale, semplicità e determinatezza, ricerca della poesia, ecc.


Tenstar Community è un movimento nato nel 2000, per una nuova formazione di cultura e creatività nell'ambito di  dieci settori creativi in interazione tra loro: Architettura, Rigenerazione Urbana, Ingegneria ambientale, Arti Visive, Cinematografia, Fotografia, Design, Grafica, Musica e Performing Arts.
 Per noi il costante scambio e confronto tra queste discipline arricchisce il vasto patrimonio artistico e culturale in ciascuno dei loro rispettivi ambiti creativi.
"TEN" riunisce persone di provenienze diverse che mediante un proficuo confronto tra le loro culture, dense di storia, arte e bellezza, hanno reso possibile l'organizzazione di iniziative di successo sia in riferimento ad ambiti locali che internazionali.
Riusciamo ad immaginare un mondo nuovo perché crediamo che lavorando all'interno di sistemi creativi internazionali e impegnandoci a produrre occasioni di incontro e condivisioni significative si possano coinvolgere e stimolare le potenzialità di persone capaci di contribuire all'innovazione permanente dei paradigmi culturali e sociali con uno sguardo verso il futuro.
Le azioni di "TEN" hanno come loro fondamento una solida fiducia verso l’economia della cultura data dalla convinzione che sarà la cultura e bellezza a salvare il mondo.

Tenstar Community è registrata a Verona - Italia con n. C.F. 9324170023


Salva questo evento

Evento salvato