Gratuito

Mahler vs Beethoven - Alessandro Zignani

Azioni e Pannello dettagli

Gratuito

Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

Sala Morselli / Biblioteca Civica

Via Luigi Sacco 9

21100 Varese

Italy

Visualizza Mappa

Descrizione evento
Presentazione libri "Mahler. Pellegrino dell'anima, guardiano del tempo", "Beethoven. Una nuova interpretazione della vita e delle opere"

Informazioni sull'evento

"Per me scrivere di musica è raccontare la lotta degli eroi del pensiero contro il tempo che tutto consuma: perché fermare il tempo e riempirlo di bellezza è la testimonianza più alta di amore per l'umanità. E questo, per me, è la musica" (Alessandro Zignani)

GUSTAV MAHLER - Pellegrino dell’anima, guardiano del Tempo

Mahler camminava con gli occhi fissi a terra, per non calpestare alcuna creatura vivente. Poteva darsi che in ogni infima creatura  stesse imprigionata una grande anima. La sua idea del divenire nasceva da ciò che Johann Peter Eckermann, nelle Conversazioni con Goethe, fa dire al poeta che il Maestro venerò sopra ogni altro: “La convinzione della nostra immortalità nasce, per me, dal concetto dell'attività; poiché se io opero senza posa fino alla mia morte, la natura è obbligata ad assegnarmi un'altra forma di esistenza quando questa mia attuale non può più continuare a contenere il mio spirito”. Di questo perenne operare, Mahler fu profeta e martire. Nacque ebreo, divenne cattolico, ma nel suo intimo rimase sempre un panteista devoto al culto della Natura, sorgente di quella spaventosa, demoniaca e insieme angelica, energia che egli si dannò per trattenere nella propria musica. Senza di essa, sarebbe stato solo un epigono dei Romantici, non un neo-pagano con le radici immerse in un esoterismo così primigenio da esserci, oggi, più che mai inquietante. Questo libro rivela le chiavi per accedere al mondo interiore del più contemporaneo tra i Classici.

LUDWIG VAN BEETHOVEN - Una nuova interpretazione della vita e delle Opere

In Beethoven vita e musica sono strettamente intrecciate. Nato nel principato filofrancese di Bonn, si firmò sempre Louis van Beethoven. Il tradimento di Napoleone, autoproclamatosi imperatore, segnò il limite ai suoi sogni di una pace universale. Da allora, trovò nella musica la via della trascendenza. Non fu un bambino prodigio, e per tutta la vita dovette combattere una strenua lotta contro i limiti della sua disordinata educazione.

Ritentò l'inizio della Sinfonia n. 5 per ventidue volte. Proprio questa sua insofferenza per i confini umani ce lo rende più affine, “tragico”, di un Bach o di un Mozart. In Beethoven vediamo la voglia di assoluto farsi religione del vero. Figlio di un tenore alcolizzato, trascorse l'adolescenza a suonare sulla viola, nell'orchestra di corte, la musica di Mehul, Grétry e Gossec. Anche nella sua orchestrazione, come nell'etnia, non c'è nulla di tedesco. Fu uno dei pochi compositori a vivere la sua intera esistenza come progressione verso l'assoluto. Ogni sua partitura è un mondo nuovo, da visitare con sguardo, ogni volta, rinnovato e diverso.

Questa biografia – confutando luoghi comuni, riesaminando da capo ogni partitura, combattendo appropriazioni nazionalistiche – vuole riportare Beethoven alla sua vera origine, e raccontare quanto ci sia di contemporaneo nella sua natura di esule, nido di contraddizioni, laboratorio per una sintesi tra i linguaggi. Nel suo carattere contraddittorio che ne fa il cantore di ogni moderna solitudine: il compositore per sempre nostro contemporaneo.

Conduce l'incontro Bruno Belli, giornalista

EVENTO CON RICHIESTA DI GREEN PASS

Condividi con gli amici

Data e ora

Località

Sala Morselli / Biblioteca Civica

Via Luigi Sacco 9

21100 Varese

Italy

Visualizza Mappa

{ _('Organizer Image')}

Organizzatore Biblioteca Civica di Varese

Organizzatore di Mahler vs Beethoven - Alessandro Zignani

Salva questo evento

Evento salvato