10 € – 50 €

Date multiple

JUST BREATHE | Otto passi nello Yoga e nella Meditazione

Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

Fondazione Giangiacomo Feltrinelli

5 Viale Pasubio

20154 Milano

Italy

Visualizza Mappa

Politica di rimborso

Politica di rimborso

Niente rimborsi

Descrizione evento

Descrizione

Verso Voices&Borders | Cura

Just breathe

Otto passi nello yoga e nella meditazione

Sessioni di pratica meditativa e di yoga, per ritrovare la consapevolezza interiore e prendersi cura degli spazi di comunità. Incontri aperti a tutti e per tutte le età.




Incontri singoli Yoga OPPURE Meditazione: 10,00€

Incontri Yoga + Meditazione (stessa giornata): 15,00€

Abbonamento 6 incontri a scelta: 50,00€ > disponibile entro e non oltre il 24 marzo


I biglietti saranno disponibili anche presso Fondazione Feltrinelli il giorno stesso delle lezioni.




Per partecipare agli incontri è necessario presentarsi con abbigliamento comodo e tappetino yoga






Programma

Domenica 17 marzo

> 10.00/11.30

Storie che ci trasformano | Yoga con Monic Mastroianni

La pratica viaggerà sul filo del mito di Durga, creata come dea guerriera per combattere e distruggere un demone (il nostro ego, la nostra separazione dal mondo). Una pratica yoga narrata in sintonia con una sequenza di posizioni che mettono a dura prova l'allievo e il suo ego, guidata dal respiro per stimolare piena consapevolezza. Per la trasformazione dell’ego in una più sana presenza nella vita.

Monic Mastroianni

Pratica da oltre 15 anni e da 10 ha fondato e dirige il centro Yogamilan, a Milano. Conduce un corso di Formazione Insegnanti insieme a Nico Luce. Il suo stile è una sintesi di diversi stili e lignaggi che spaziano dall'Hatha classico all'Anusara®, con una spiccata consapevolezza per la natura biomeccanica e emotiva del movimento. Fra i suoi insegnanti Andrea Boni, Piero Vivarelli, Suzanne Faith, Noha Mazè. Consulente e collaboratrice di Yoga Journal.

> 11.45/13.00

La Forza della Gentilezza (Metta) | Meditazione con Niccolò Branca

La meditazione di Metta, o della gentilezza amorevole, ci insegna che se non siamo in grado di accettare ciò che siamo, così come siamo in questo momento, sarà difficile, se non impossibile, estendere questo amore agli altri. Amarci ed accettarci nella nostra interezza è il primo passo per sperimentare i benefici della pratica e per aprire davvero il cuore.

Niccolò Branca

Presidente e Amministratore Delegato della Holding Gruppo Branca International. Cavaliere del Lavoro, autore di libri che coniugano i temi di economia con la meditazione, ha fatto studi umanistici e si è formato in Psicosintesi con Giorgio Fresia e in PNL al Centro di Terapia Strategica Giorgio Nardone. Da più di trent’anni approfondisce gli studi su l’autoconoscenza di Sri Ramana Maharshi e con il centro studi Krishnamurti di Milano. Si è formato sulla meditazione con Luh Ketut Suryani e con i Monaci Theravada della Foresta in Birmania, con Lama Monlam, Lama Chokni Nyima Rinpoche, Lama Geshe G. Tharchin Lharampa.

Domenica 24 marzo

> 10.00/11.30

Yoga&Jazz | Yoga con Elena Bussolati

Per rilevare la sottile affinità delle due discipline il cui fine è di cogliere la verità del momento. Lo yoga attraverso il movimento del respiro nel corpo, il musicista jazz attraverso l’intuito sonoro.

Con i musicisti Luca Gusella, vibrafono, e Marco Ricci, contrabbasso

Elena Bussolati

Economista e motociclista. Incontra lo Yoga nel 2005 cercando pace da una mente frenetica. Nel 2011 completa il corso triennale per insegnanti di Hatha Yoga Ananda Ashram a Milano. A seguire studia Anusara Yoga® con Piero Vivarelli, Andrea Boni e Alessandra di Prampero, completando il Teacher Training nel 2014. Ha studiato canto jazz alla Civica scuola di Milano e canto armonico con Igor Olivier Ezendam. La spiritualità applicata alla vita quotidiana la affascina, ed è quello che cerca di trasmettere ai suoi studenti.

> 11.45/13.00

Equanimità | Meditazione con Tetsugen Carlo Serra

Maestro Tetsugen Carlo Serra (monasterozen.it)

Italiano di nascita, ha compiuto i suoi studi monastici accademici buddhisti zen in Giappone nel Monastero zen Tosho-Ji, ricevendo la trasmissione del Dharma nel lignaggio Soto zen e successivamente il titolo riconosciuto dalla Soto Shu Shumucho giapponese di Kokusai Fukyoshi, l’incarico di missionario dello zen in Europa. Nel 2013 mette a punto il programma Mindfulzen®, l’unione tra lo zen e la mindfulness: un percorso di crescita personale attraverso seminari e meditazioni. È autore di numerosi saggi per Xenia, Fabbri e Cairo Editore.

Domenica 31 marzo

> 10.00/11.30

Embodied Yoga | Yoga con Vittoria Frua

In un mondo in cui c’è una tendenza al conformismo, anche la pratica degli asana (posizioni) è spesso proposta come se fossimo fatti con lo stampino. La pratica embodied, nasce dall’idea che il corpo ha una sua intelligenza. Una lezione individualizzata, di gesti fluidi che nascono dal respiro, dalle sensazioni e dall’ascolto profondo: una sinergia di yoga, mindfulness e movimento che spesso sfida vecchi paradigmi nelle forme dello Yoga.

Vittoria Frua

Nata a New York, arriva per caso allo Yoga, nella vita frenetica di Londra, mentre lavora come avvocato. Si affida ai consigli di Craig Coman, osteopata, agopunturista e naturopata, che la invita a vedere la vita ed il corpo a 360 gradi. La ricerca di una vita sostenibile e felice la porta ad abbandonare la toga per approfondire gli studi di nutrizione naturale e la pratica dello Yoga. Nel 2009 ha inizio la sua attività come insegnante e, attraverso l’incontro con molti maestri (Yogarupa Rod Stryker, Bo Forbes, Ateeka e Leslie Kaminoff), affronta un percorso di ricerca di morbidezza ed armonia. Consulente e collaboratrice di Yoga Journal.

> 11.45/13.00

Compassione (Karuna) | Meditazione con Stefano Bettera

La cura (appamada) secondo il Buddha è la base per sviluppare la pratica e la più grande delle virtù perchè contiene tutte le altre. E diviene lo strumento per una efficace ed effettiva trasformazione individuale e globale. Perché significa coltivare una diversa sensibilità che permette di abbracciare profondamente la vita in ogni suo aspetto. Prendersi cura significa favorire l'unità invece della separazione e includere ogni esperienza, propria e degli altri, con gentilezza e autenticità.

Stefano Bettera

Il “papà” del libro “Felice come un Buddha” e di “Fai la cosa giusta” (Yoga Journal-Morellini Editore), è autore e giornalista. Oltre a scrivere libri, collabora con Yoga Journal Italia, IoDonna (il settimanale del Corriere della Sera) e con Enti e Organizzazioni, italiane e internazionali. È vice presidente dell’Unione Buddhista Europea e conduce incontri ispirati ai suoi libri e al suo percorso di pratica per il mondo contemporaneo.

Domenica 7 aprile

> 10.00/11.30

La Pratica dell’abbandono | Yoga con Gian Piero Carezzato

Indica l'attitudine con cui avvicinarsi alla via dello Yoga in otto membra, ed è l'ultimo degli Niyama: l'abbandono degli obbiettivi, di un risultato finale, la nostra azione come offerta disinteressata. Come ci avviciniamo alla pratica? L'abbandono delle aspettative è avvicinarsi alla libertà. Isvara Pranidhana è parte del Kriya Yoga di Patañjali, libro fondante dell’Hatha Yoga Yoga Sutra, la via dello Yoga che si realizza attraverso l'azione.

Gian Piero Carezzato (yogabile.it)

Incontra lo Yoga all'età di 22 anni. Da allora pratica assiduamente e quotidianamente questa straordinaria disciplina. Trasmette gli insegnamenti dello yoga tradizionale, seguendo la tradizione del Maestro André Van Lysebeth. La sua pratica approfondisce la disciplina dello Yoga di Patañjali, dello Hatha e del Raja Yoga.

11.45/13.00

Gioia, Entusiasmo | Meditazione con Grazia Pallagrosi

Mudita viene tradotto spesso con gioia altruistica, a intendere la gioia che si prova per il successo e il bene degli altri. In realtà, così dicendo presupponiamo che esista l'io e che esistano gli altri, cioè affermiamo l'esistenza di una separazione che, di fatto, è l'origine della sofferenza e non della felicità. Il senso di Mudita è invece la gioia compartecipe, simpatetica, che ci allarga il cuore nel riconoscimento, nell'apprezzamento e nella contemplazione del bello e del buono che c'è in qualsiasi essere umano, in qualsiasi essere vivente e non vivente, nella natura e nell'universo tutto. Ecco lo stato in cui entreremo durante questa sessione di meditazione in cui sperimenteremo come attivare Mudita dentro di noi.

Grazia Pallagrosi

Insegnante di meditazione e mindfulness, autrice di 'Meditazione facile per umani indaffarati' (Yoga Journal-Morellini Editore) e giornalista specializzata in benessere (collaboratrice di Yoga Journal), conduce corsi di meditazione in Italia e ritiri di consapevolezza e ribilanciamento psicofisico a Phuket e Bali. Si è formata con diversi insegnanti delle tradizioni buddhiste zen, theravada e tibetana, e da ormai diversi anni il suo Maestro di riferimento è il monaco zen Thich Nhat Hanh. Vive tra l'Europa e la Thailandia, dove ha casa da 13 anni.

Programma a cura di Guido Gabrielli e Stefano Bettera


Condividi con gli amici

Località

Fondazione Giangiacomo Feltrinelli

5 Viale Pasubio

20154 Milano

Italy

Visualizza Mappa

Politica di rimborso

Niente rimborsi

Salva questo evento

Evento salvato