Inaugurazione "Posthuman: more than human" con Marco PIZZI

Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

SPAZIO 100

100 Via Oropa

10153 Torino

Italy

Visualizza Mappa

Descrizione evento

Descrizione

La mostra
Il tema dominante di "Posthuman: more than human" è l’evoluzione, verso forme nuove alternative di vita e di intelligenza.

L'esposizione prende forma con una riflessione sulla preistoria, in particolare sugli eventi cruciali che hanno visto i primi ominidi servirsi di attrezzi (opera “Chopper”), passando poi per la classicità (opera “Discobolo”) fino a giungere al momento in cui l’intelligenza artificiale prenderà coscienza di sé stessa e si ritroverà a dover elaborare le stesse e irrisolte domande esistenziali che si pone la specie umana.

A volte queste domande sono rappresentate in modo drammatico, come nell'opera “Who’s my mother?”, oppure in modo più leggero come nell'opera “Would you like to play with me?”.

Le tecniche artistiche utilizzate da Pizzi si adattano di volta in volta alle necessità espressive, mantenendo una connotazione stilistica comune.
La rappresentazione di robot antropomorfi è usata come elemento di sintesi che racchiude il tema del doppio, del rispecchiarsi e al tempo stesso del cambiamento di prospettiva; lo spostamento dell’immagine che abbiamo del posto che occupiamo nell’universo.
Tema ricorrente in diverse sue opere sono i numeri in codice binario, che simboleggiano sia la conoscenza intesa come codifica del sapere in generale sia l’evoluzione verso forme nuove alternative di intelligenza.
Un'ultima serie di opere è infine dedicata all'interazione tra biologico e artificiale, nelle quali il sangue dell’artista viene fatto scorrere in microscopici canali artificiali che sostituiscono i vasi sanguigni.

L'artista:

Marco PIZZI
Torino 1970
Laureato in Fisica, ha conseguito il dottorato di ricerca in Ingegneria Elettronica.
Si occupa di ricerca nel campo delle nanotecnologie ed è autore di più di 70 brevetti industriali e di numerose pubblicazioni scientifiche.

La sua ricerca è strettamente correlata ad una riflessione sullo sviluppo della conoscenza.
L’artista vuole approfondire i temi della circolarità, dell'interdipendenza dello sviluppo del pensiero e della possibilità di manipolare il mondo grazie allo sviluppo del cervello e della mano con pollice opponibile.
Ciò sta portando allo sviluppo della vita su base non biologica o a forme di vita in cui l’elemento biologico potrebbe perdere la sua centralità.
Preso quindi atto del potenziale superamento dell’esclusività di vita e intelligenza su sole basi biologiche, l'artista si spinge verso elementi ricchi di pathos, utilizzando il doppio (rappresentato da robot mossi da intelligenza artificiale) come occasione per porre sotto una luce diversa la ricerca di una posizione e di un senso della specie umana nel tempo.

Data e ora

Località

SPAZIO 100

100 Via Oropa

10153 Torino

Italy

Visualizza Mappa

Salva questo evento

Evento salvato