17,22 €

Date multiple

Il Giorno Dopo del Colle Sant'Angelo

Azioni e Pannello dettagli

17,22 €

Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

Cimitero Militare Polacco di Montecassino

SR149

03043 Cassino

Italy

Visualizza Mappa

Politica di rimborso

Politica di rimborso

Rimborsi fino a 1 giorno prima dell'evento

Descrizione evento
Ai piedi della Croce su quota 575, ci sono due grosse Urne con la terra dei campi di battaglia che i polacchi hanno attraversato in Italia!

Informazioni sull'evento

  1. In caso di nuove restrizioni Emergenza Covid-19, non presenti al momento della pubblicazione dell'evento
  2. Mancato raggiungimento del numero minimo di 7 partecipanti

Questa escursione prevede un numero massimo di 20 partecipanti secondo il protocollo del Comitato Tecnico Scientifico di AIGAE

Scarica la Brochure di questa esperienza

Così è chiaro che i Monumenti Polacchi a Montecassino sono anche il simbolo di tutte le battaglie che hanno affrontato i soldati in Italia, prima e dopo Montecassino. Come disse il Generale Anders alla vigilia dell’ultima battaglia: “Combattendo per Montecassino, voi state combattendo per la Polonia”. La Quota 575 e il Colle Sant’Angelo furono le colline più lontane da raggiungere, poste sul lato ovest del massiccio di Monte Cassino. Aggrappati su questo versante brullo e roccioso, i soldati tedeschi ricavarono postazioni inespugnabili per resistere “fino all’ultimo uomo”, ormai solo per istinto di sopravvivenza. Ma la “spiritualità” che ha sempre caratterizzato questi luoghi, anche qui si fa sentire. E con un “balzo scese dal paradiso”, L’Angelo terminatore, a porre fine alla carneficina della resistenza tedesca. Il Colle dell’Angelo della Morte, come fu ribattezzato dai soldati polacchi, all’improvviso cedette e le postazioni della difesa tedesca, che proteggevano “l’Albaneta”, “il Fantasma” e qualsiasi movimento che avveniva sulla “Collina Imprendibile”, crollarono! Il 18 Maggio 1944 i soldati polacchi fecero sventolare la loro bandiera e su tutto il campo di battaglia una tromba suonò le note della melodia “hejnal”, il simbolo musicale di Cracovia. La notizia giunta a Varsavia che i polacchi avevano issato la loro bandiera sulle macerie di Montecassino ebbe quindi nel paese occupato dai russi e dai tedeschi un enorme significato morale.

Già il 20 maggio 1944, all’indomani della conquista dell’Abbazia di Montecassino e nel giorno dell’inizio della Battaglia di Piedimonte San Germano, una sottounità di sedici genieri divisionali della 4a e 5a compagnia al comando del tenente ing. Wacław Kulikowski,

partirono dalle rovine della Masseria Albaneta, incaricati di portare diverse tonnellate di cemento, sabbia e supporti di ponte Bailey (ciascuno dei supporti pesava circa 100 kg), fino alla cima della Collina 575. Su una base di cemento fu eretta una croce di 12 m. di altezza con un’apertura del braccio di 4 m. originariamente consacrata il 10 giugno 1944 dal cappellano della divisione, p. Wiktor Judycki. Nella fase iniziale dei lavori inaugurati il 9 aprile 1945, iniziò la costruzione di una strada di 1700 metri che portava dall’Albaneta alla sommità del colle 575. Decine di genieri polacchi e una quarantina di operai italiani furono coinvolti nei lavori. (K.Piotrowski, Monumento del 5 ° KDP sul Monte Cassino - 1/08/2020) - www.naszswiat.it

Così partiremo dal Cimitero Polacco, per un’escursione carica di storia ed emozioni. Dopo circa 1 km. passeremo davanti le rovine dell’antico Monastero dell’Albaneta arrivando al “Carro armato Bialecki” che ci introdurrà in questa incredibile storia, ma torneremo subito all’Albaneta con l’emozione e la voglia di calpestare questo “Piccolo Sentiero”, che segna il glorioso epilogo di quella “Grande Strada” impressa sulle pellicole del 1946 che racconta l’odissea del 2° Corpo d’Armata polacco e che ha avuto come protagonista Renata Bogdanska divenuta poi la compagna del Generale Anders per le battaglie della pace in Europa. E dietro ogni passo percorso in salita, ci sarà un soldato vittima di quella conquista così importante.

PUNTO D'INCONTRO e PARTENZA dal PARCHEGGIO DEL CIMITERO POLACCO

Si attraverseranno i seguenti luoghi:

  1. Le rovine dell'antico Monastero dell'Albaneta
  2. Il carro armato Bialecki, monumento al Reggimento Skorpion
  3. Il Vallone dell'Albaneta
  4. La Croce di Ferro, monumento alla Divisione Kresowa
  5. Il Cimitero polacco (visita finale)

Saremo in grado di individuare inoltre:

  • L'Obelisco, monumento alla Divisione Carpazia
  • Monte Cairo e La Cresta del Fantasma, punti d’osservazione dei soldati tedeschi
  • Pizzo Corno, Villa Santa Lucia, i rifornimenti dei soldati tedeschi
  • La Valle del Liri, Piedimonte San Germano, la "Linea Hitler"

  1. In caso di nuove restrizioni Emergenza Covid-19, non presenti al momento della pubblicazione dell'evento
  2. Mancato raggiungimento del numero minimo di 7 partecipanti

Questa escursione prevede un numero massimo di 20 partecipanti secondo il protocollo del Comitato Tecnico Scientifico di AIGAE

Scarica la Brochure di questa esperienza

Condividi con gli amici

Località

Cimitero Militare Polacco di Montecassino

SR149

03043 Cassino

Italy

Visualizza Mappa

Politica di rimborso

Rimborsi fino a 1 giorno prima dell'evento

Salva questo evento

Evento salvato