Formazione Nazionale su Learning Creative Learning

Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

MaTeMù

14 Via Vittorio Amedeo II

00185 Roma

Italy

Visualizza Mappa

Descrizione evento
L'approccio LCL (Learning Creative Learning) favorisce e coltiva l'apprendimento creativo.

Informazioni sull'evento

In un mondo che cambia sempre più velocemente, dobbiamo, nel corso della vita, sviluppare immaginazione, pensare in modo creativo, imparare a collaborare, a ragionare in maniera sistematica e a condividere.

L'approccio LCL (Learning Creative Learning), sviluppato dal Lifelong Kindergarten del MIT Media Lab di Boston, favorisce e coltiva l'apprendimento creativo, applicando i principi del paradigma costruzionista delle quattro P: Projects, Peers, Passion, Play.

Le persone imparano meglio quando sperimentano progetti significativi, che stanno loro a cuore e che possano condividere.

Il percorso di formazione, prevede due giornate in presenza e attività svolte online.

La formazione utilizza materiali e tecniche diverse in modo da estendere ed ampliare la dimensione dell’esperienza al campo digitale. Questo approccio attivo alle tecnologie digitali permette alle persone di esprimere le proprie passioni ed interessi in

modo inclusivo ed equo. Il percorso è rivolto a docenti ed educatori che intendono esplorare nuovi modi per supportare ragazze e ragazzi in attività scolastiche ed extra-scolastiche.

Mauro Gagliardi, maestro elementare, è Funzione Strumentale Tecnologia e Didattica presso l’I.C. "Fernanda Imondi" Romagnoli di Fabriano (AN).

Si occupa della progettazione e organizzazione di bandi PON e del PNSD. Dedica il proprio interesse all'uso delle nuove tecnologie nei processi di apprendimento, attraverso modelli didattici innovativi. Ha seguito per la propria scuola tutte le fasi del progetto “Fare Scuola”, promosso da Fondazione Reggio Children – Centro Loris Malaguzzi e Enel Cuore Onlus, curandone il primo intervento nelle Marche che ha permesso la creazione di un laboratorio polifunzionale.

Numerose le sue esperienze di sperimentazione del digitale nella scuola, mediante la collaborazione con aziende quali Bosch, Nintendo e Piaggio. Importanti sono i riconoscimenti ricevuti a carattere provinciale, regionale e nazionale nel campo delle nuove metodologie per la didattica, tra i più significativi si ricordano quelli in collaborazione con il MIUR e la Corte dei Conti. Nel 2018 gli è stato conferito il “Premio Unesco CNESA”, presso la sede Unesco di Roma.

Nel 2019 è stato premiato dall'Ufficio Scolastico Regionale della Marche con un lavoro sulla robotica educativa. Il lavoro è stato selezionato per il valore pedagogico, l’integrazione nel curricolo e la documentazione dei risultati.

Luca Ferroni, informatico e docente di informatica presso l'Istituto Tecnico "A. Merloni" di Fabriano (AN).

Appassionato di Software Libero dal 2000, dopo la laurea in Informatica presso l'Università di Bologna, consegue il Master in Scienze e Tecnologie del Software Libero, sotto la direzione del prof. Renzo Davoli.

Fonda a Fabriano nel 2003 il PDP Free Software User Group ed è cofondatore del gruppo FLOSS Marche. Ha ricoperto la carica di consigliere nell'Associazione Italiana per il Software Libero. Nel 2009 coordina la realizzazione di "Vademecum per il Software Libero" e di "Dossier Scuola per l'utilizzo del Software Libero nella scuola". Lavora per alcuni anni come analista e sviluppatore di applicazioni web per le reti e nel 2009 avvia il team beFair nell'intenzione di usare il Software Libero a servizio dell'associazionismo e dell'economia solidale.

Nel 2014 è cofondatore e facilitatore del MakerSpace della Biblioteca Pubblica di Fabriano, uno spazio intergenerazionale e interculturale di condivisione di esperienze, idee, media e tecnologie.

Francesco Coppola, studente al terzo anno di Computer Science presso l'Università di Camerino (MC).

Sin dagli inizi organizza le attività del Makerspace della Biblioteca “R. Sassi” di Fabriano. In particolare ha partecipato alla Makerfaire di Roma con i progetti "Chat Bot (2018), Uncinetto Type-D (2017), HoloScratch (2016).

Mentor durante i MakerCamp presso il Makerspace e nei Coderdojo di Sigillo (PG), ha svolto attività di tutoraggio per CodemotionKids.

Per l'associazione PDP promuove il software libero e la conoscenza aperta nelle scuole superiori di primo e secondo grado. Per l’Università di Camerino è tutor WebEx per il supporto fisico in loco e remoto alle lezioni telematiche.

Vincitore del premio nazionale Italia Developers per la lettura delle carte d'identità elettroniche, mediante lo sviluppo di una libreria per Arduino.

Vincitore del premio di Confindustria Ancona "Impara ad intraprendere" nel 2016.

Svolge saltuariamente attività di Front-end developer per l’impresa beFair.

Data e ora

Località

MaTeMù

14 Via Vittorio Amedeo II

00185 Roma

Italy

Visualizza Mappa

Salva questo evento

Evento salvato