Evento ★ "EMOTIVA-MENTE: perchè aspettare la MOTIVAZIONE quando puoi assume...

Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

Hotel Touring

82 Viale Regina Margherita

47924 Miramare, Rimini

Italy

Visualizza Mappa

Politica di rimborso

Politica di rimborso

Rimborsi fino a 7 giorni prima dell'evento

Descrizione evento

Descrizione

★ 1-DAY EVENT CON MAX ANTONELLI - RIMINI 6 APRILE 2019★

“Tutti abbiamo delle motivazioni. La differenza tra gli individui sta nella loro capacità di farle durare a lungo nonostante ostacoli, difficoltà e problemi. La capacità di perseverare, di far durare a lungo la motivazione viene detta resilienza.”- Pietro Trabucchi

Motivazione: esiste termine più inflazionato per definire la forza motrice che ci spinge a raggiungere obiettivi e a trovare sempre “un modo” per ottenere ciò che si vuole?

Parlare di motivazione, infatti, non è ciò che vogliamo fare, o meglio, non riteniamo sia l’obiettivo massimo a cui aspirare.

La motivazione, letteralmente definita come “motivo-all’azione”, è infatti un fenomeno passeggero.

Ciò a cui vorremmo condurvi, piuttosto, è a provare il brivido della persistenza, caratteristica travolgente che appartiene alla volontà.

La motivazione esiste in noi, certo, ma è silente ed esattamente come un herpes torna a farsi sentire solo quando… l’ambiente intorno ci fornisce il giusto stimolo.

Non a caso, se ci pensate, i momenti in cui potete affermare di esservi sentiti più motivati che mai sono quelli in cui avete avuto un motivo trainante che vi ha spinti ad agire e a pensare perchè animati da una scintilla, da un fuoco, così forte da andare anche oltre la vostra comprensione: parliamo ad esempio di una persona tanto desiderata e per la cui conquista avete compiuto follie inenarrabili, di un progetto di lavoro, o di vita, stimolante tanto eccitante da togliervi il sonno, oppure ancora di un acquisto che, seppur tanto oneroso, vi ha visti compiere sacrifici economici per mesi e mesi…

Tutto ovvio, tutto bello e tutto chiaro.

Ciò che non è chiaro è piuttosto cosa ne è stato di quella voglia di fare, di quell’energia straordinaria una volta raggiunto l’obiettivo, una volta conquistato il vostro personale traguardo.


È difficile da ammettere anche a sè stessi, ma siamo onesti: piano piano la vostra motivazione è svanita, si è come dissolta senza lasciar traccia, e, con il tempo, la stessa sorte l’ha subita addirittura l’interesse verso ciò che con tanta fatica avete conquistato e fatto vostro.

Che cosa si fa, a quel punto?

La mente umana gioca strani scherzi: una volta ottenuto ciò per cui si è lottato fino allo stremo delle forze, inevitabilmente ci spinge a porgere il nostro sguardo altrove.

Perchè per quanto ci si dica soddisfatti di ciò che si ha e pienamente appagati dai propri traguardi, di fatto arriva un punto - ed è un punto ben definito nel tempo - in cui non si trova più la soddisfazione di una volta nel possedere e nel fare quelle stesse cose.

Non si gode infatti del possesso, ma del desiderio che verso quel possesso ci ha portati.

Non a caso si dice che più le cose si desiderano, più è intensa la sensazione di piacere che si prova all’atto della conquista.

Una laurea, per cui tanto si è studiato, una persona, per la quale tanto si è aspettato, sono solo piccoli esempi di come il meccanismo della motivazione sia parte integrante della nostra vita e, addirittura della nostra intera esistenza.

Non si vive senza un obiettivo da raggiungere, perchè è attraverso le nostre ambizioni che ci sentiamo vivi e, sul piano puramente emotivo, ci nutriamo di tutto ciò che verso di esse ci spinge, ogni singolo giorno.

Senza traguardi (che siano essi idee, cose o persone) siamo morti.

Su questo tante sono le riflessioni che possiamo aprire, ma una in particolare ci preme stimolare in voi: la motivazione è strettamente connessa alla nostra felicità e, soprattutto, per vivere bene è necessario alimentarne la fiamma, giorno dopo giorno, trasformandola in qualcosa di più eterno e meno flebile.

La chiave della felicità di tutti i giorni è racchiusa, cioè, nella nostra capacità di fare della motivazione la pianta da cui far nascere il frutto della volontà.


Se è vero che non si gode della conquista, se non per un periodo limitato di tempo, possiamo affermare che la felicità sia proprio quel frammento di tempo che si staglia tra l’ottenimento di ciò che tanto abbiamo desiderato e… il prossimo obiettivo. Triste come visione, non è vero?

È proprio per spiegarvi come intervenire su questo meccanismo, per impedire che la motivazione muoia per aridità senza produrre alcun frutto che abbiamo deciso di dare vita all’evento EMOTIVA-MENTE.

Perchè siamo convinti che la felicità meriti molto di più che un semplice frammento di tempo e che, per l’intensità con cui lottiamo per arrivare in cima, valga la pena concedersi la possibilità di godere il più possibile.

“Chi si accontenta gode così così”: nessuna frase potrebbe essere più esplicativa della filosofia che si cela dietro al nostro pensiero e all’evento che abbiamo pensato per voi.

Di motivazione parlano ormai tutti e questo contribuisce a renderlo un concetto limitato e antiquato: ciò che ci permette di distinguerci è la possibilità di andare oltre e insegnarvi un metodo capace di donarvi volontà e persistenza.

Se il primo passo è accettare che la motivazione, che nasce in maniera naturale di fronte ad uno stimolo tanto forte da attivare in noi il meccanismo del desiderio, muore all’atto della conquista, il secondo passo è quello di ingannare questa dinamica considerata dai più come incontrovertibile.

Accontentarsi di ciò che la vita può regalarci convinti dell’esistenza di un fato che decide e predispone per noi è ciò che più velocemente ci porterà all’insoddisfazione e a un’esistenza percepita come “non abbastanza”.

La felicità non è un regalo e per raggiungerla è necessario avere la presunzione di circondarsi di situazioni e persone che siano all’altezza dei nostri sogni. A questo va aggiunto un pizzico di coraggio, un pò di strategia e una punta di testardaggine.

Siamo convinti che i vostri sogni non siano affatto mediocri e che, proprio per questo motivo, abbiano già insito in loro tutto il potenziale per essere grandi. Sta solo a voi concedergli la possibilità di esprimersi e per farlo avete bisogno di metodo.


Se ancora non siete convinti, esageriamo affermando che quello che vi trasmetteremo è, senza presunzione, la chiave per una vita soddisfacente: nessuno di noi vuole assistere alla decadenza di ciò che con tanta energia si è conquistato e al tragico epilogo del rimpianto che inevitabilmente ci affligge di fronte alla consapevolezza di non aver fatto abbastanza per impedire la fine.

E questo vale per tutto: nessuno vuole il dolore, la sofferenza, data dal sentore della passione che lentamente appassisce. Nessuno vuole guardare negli occhi con indifferenza la persona che tanto si è amata, la stessa per cui si sono attraversati mari e monti e che credevate essere quella giusta per voi.

Così come nessuno di noi vuole vivere una vita routinaria e priva di stimoli: un cartellino timbrato sempre alla stessa ora, quel lavoro per il quale avete fatto tanti sacrifici, al quale avete dedicato ore e ore di straordinario, e che ora si limita ad essere mera funzione esecutiva che vi vede sempre più disinteressati; per non parlare della voglia di restare nel letto che vi assale al mattino, di darvi per malati, quando siete svuotati di qualunque stimolo.

Se la motivazione non ci assiste, se per sua natura ci volta le spalle tanto velocemente, l’unica strategia è quella di controbattere con quella che a noi piace definire AUTO-MOTIVAZIONE: quella pillola magica che possiamo assumere tutte le volte che la vita ci sorprende (o ci costringe) privi di una motivazione naturale, data dalla mancanza di stimoli nell’ambiente esterno, e che può curare i mali della demotivazione, della noia, nonchè fungere da repellente contro i mali del logorio a cui il tempo costringe i sentimenti che nutriamo verso le persone che amiamo, insieme all’abitudine e alla routine.

Il tempo sarà uno dei concetti centrali dell’evento al pari della centralità che ha nella nostra vita: si parlerà di come gestirlo per ottenerne la massima resa, di come evitare di sprecarlo, ma soprattutto… di come impedire a te stesso di cadere nella trappola del volerlo ingannare e raggirare.

Perchè allora accontentarci di aspettare che la motivazione cada dal cielo, che il destino decida per noi chi dobbiamo incontrare e quali opportunità offrirci, quando possiamo creare in laboratorio e assumere a nostro piacimento la pillola della volontà eterna capace di renderci forti e mossi dalla passione sempre?

Combatti l’apatia e la demotivazione con noi, scegli di non perdere tempo assistendo al declino delle tue passioni e aspettando che la tua occasione cada dal cielo.

Sei tu il padrone di te stesso, sei tu che governi il tuo tempo.



★★★ Max Antonelli ti aspetta a Rimini il 6 Aprile 2019, dalle h.10:30 alle h.19:00, con il nuovo format rigorosamente firmato Dinamica Analogica. ★★★


Iscriviti ora e beneficia di un prezzo e di una promozione speciale:

⭐︎1 partecipante: €79,00

⭐︎ 2 partecipanti: €129,00 (€65,00 a persona)!

----------------------------------------------------------------------------------------------

L'iscrizione su Eventibrite richiede il pagamento di un acconto pari a €19,00 utile a bloccare il prezzo e la promozione attivata per la partecipazione di 2 persone. All'atto dell'evento sarà possibile saldare la propria quota al desk Segreteria.


Per ulteriori dettagli & informazioni:

✑ dinamicanalogica@gmail.com

✎ Mobile, Sms&Whatsapp: 389/9470552


Data e ora

Località

Hotel Touring

82 Viale Regina Margherita

47924 Miramare, Rimini

Italy

Visualizza Mappa

Politica di rimborso

Rimborsi fino a 7 giorni prima dell'evento

Salva questo evento

Evento salvato