Date multiple

Ecofemminismo: percorso irrinunciabile? La riflessione di lesbiche e femmin...

Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

Centro delle donne di Bologna

Via del Piombo 5

Bologna

Italy

Visualizza Mappa

Descrizione evento

Descrizione

PROGRAMMA
SABATO 11 Novembre
ore 10 presentazione del progetto Scuola Femminista e introduzione Carla Catena e Maria Laricchia
ore 11-13.30 LAURA CIMA, ecofemminista, attivista, politica ecologista, autrice de “L’ecofemminismo in Italia”.

pausa pranzo

ore 14.30 - 17.00 FEDERICA GIUNTA, ricercatrice e attivista, antropologa culturale, specializzata in Antropologia Ambientale.

DOMENICA 12 Novembre
ore 11-13.30 ANNALISA ZABONATI, studi in psicologia e antropologia, opera come psicologa sociale clinica in ambito lgbt e femminista in Veneto.

pausa pranzo

ore 14.30-17.00 MONICA LANFRANCO, giornalista, femminista, formatrice su differenza di genere e conflitto, Direttora del trimestrale Marea.

presso: Centro delle Donne via del Piombo, 5 Bologna

pranzo vegetariano di autofinanziamento 5 euro (Scegliere biglietto: "Workshop + Pranzo)"
Il luogo è accessibile alle persone con disabilità.

La prima edizione della SCUOLA FEMMINISTA vuole esplorare le connessioni presenti fra i movimenti femministi e ambientalisti, approfondendo da più parti e a più voci il concetto di Eco-femminismo.
Attraverso le esperienze e le ricerche di importanti studiose attente a questo movimento, ci si vuole interrogare sull’esistenza di una profonda connessione fra lo sfruttamento dell'ambiente e la subordinazione e l’oppressione delle donne, che subiscono lo stesso dominio patriarcale e capitalista. Comune denominatore nella riflessione su questo tema è infatti il collegamento tra le violenze agite sulle donne (di ogni cultura) e il mondo degli animali non umani e le risorse del pianeta , prendendo le mosse dall’esplicazione della relazione fra il ruolo sociale della donna e le dinamiche di gestione legate all’ambiente, considerando la disuguaglianza basata sul genere come conseguenza della perpetuazione di privilegi e stereotipi e non come fattore biologico.
In accordo con la premessa di intersezionalità della riflessione lesbica e femminista, non si può prescindere dal considerare l’esistenza di una profonda relazione fra sessismo, razzismo, classismo, eterosessismo, ma anche specismo, basati sui privilegi dei maschi eterosessuali, bianchi, borghesi, abili e carnivori.
L’eco-femminismo apre la strada alla possibilità di creare un modello di società basato sulla sostenibilità sociale ed ecologica e attento alle politiche di genere, decostruendo una struttura sociale modellata esclusivamente intorno ai valori di una mascolinità egemonica.
L’intento di questa prima edizione è creare l’occasione per approfondire queste teorie, per indagare la possibilità dell’eco-femminismo come una necessaria rivoluzione per lesbiche e femministe.

Località

Centro delle donne di Bologna

Via del Piombo 5

Bologna

Italy

Visualizza Mappa

Salva questo evento

Evento salvato