Gratuito

E-state insieme a Pieve | Incontri con l'autore

Informazioni sull'evento

Condividi questo evento
Località

Località

Pieve di Soligo

Luoghi vari

31053 Pieve di Soligo

Italy

Visualizza Mappa

Descrizione evento
Un ricco programma di presentazioni libri, incontri, aperitivi per la città di Pieve di Soligo

Informazioni sull'evento

GIOVEDI' 9 LUGLIO ore 20.45 Corte Morona-Ciassi

OFELIA. STORIA DI CANTO, DI TERRA E DI AMORE di Luisa Antonini, EricksonLIVE

Ispirato alle intime esistenze degli affetti più cari all'autrice, Ofelia narra di un viaggio vitale di un percorso verso la liberazione. Come un canto composto da donne forti e uomini gagliardi, emerge con forza la vicenda dell'esodo giuliano dalmata. Con l'autrice Luisa Antonini e con la partecipazione musicale di Claudia Ferronato e Roberto Tombesi (Calicanto), reading di Delia Canova, modera Stefania Gallana.

______________________________________________________________________________________________________

GIOVEDI' 16 LUGLIO ore 20.45 Corte Morona-Ciassi

LE COSE NUOVE. RINASCERE PIU' FORTI, SULLE ORME DEL TONIOLO di Marco Zabotti, La Piave Editore

a cura di Istituto Diocesano Beato Toniolo. Le vie dei santi e rete Vite Illustri Pieve di Soligo

Elisa Nadai intervista l'autore che continua il viaggio nella storia che genera futuro. Quasi un istant book per i tipi de La Piave Editore, un diario di bordo, uno sguardo accorato sulle conseguenze negative della pandemia, ma anche sulle risposte di bene che si sono generate. E poi la visione di una nuova umanità, a partire dalla capacità di riformare se stessi. Come fece un tempo il grande economista e sociologo cattolico Giuseppe Toniolo, un simbolo per il nostro tempo, in particolare in una terra tonioliana come quella di Pieve di Soligo e dell'area Unesco. Dopo la catastrofe vitale che ci ha coinvolti, possiamo rinascere più forti, insieme. Un libro che interroga e affascina, un viaggio nella libertà che cambia le persone e salva il mondo. Interventi musicali della Piccola Orchestra Veneta.

______________________________________________________________________________________________________

GIOVEDI' 23 LUGLIO ore 20.45 Corte Morona-Ciassi

IL CERVO E IL BAMBINO di Francesco Vidotto, Minerva

a cura di Università Adulti Cultura e Società

Questa brevissima storia racconta di un cervo ucciso da un cacciatore a caccia con il figlioletto di cinque anni. L’animale era in fin di vita e il bambino abbracciò il suo forte collo. Il cervo vecchio allora parlò all’anima del piccolo, di come nel tempo lungo della sua esistenza aveva imparato a conoscere l’uomo. Presenta Paola Arman, letture a cura del Gruppo Lettori Unipieve, interventi musicali a cura dell'Associazione Toti Dal Monte.

______________________________________________________________________________________________________

GIOVEDI' 6 AGOSTO ore 20.45 Corte Morona-Ciassi

INTRODUZIONE ALL'INDUISMO. NON VOLEVO MANGIARE CIBO SPEZIATO E ORA NON NE POSSO FARE A MENO di Andrea Berton, Ed. Panda

a cura di Università Adulti Cultura e Società

L'autore una sera si trova con una amica a cenare in un ristorante indiano, ed è una assoluta novità. Non conoscendo la varietà del cibo indiano, ne rimane stupefatto e incuriosito: qui inizia una ricerca di tutto quel che vuol dire "induismo". Da qui nasce questo saggio, ben scritto e pieno di curiosità, che accompagna il lettore a conoscere leggende, divinità e modi di vivere della comunità indiana in Italia e nel mondo. Un libro pensato per chi desidera esplorare il mondo induista e le sue caratteristiche principali, sia dal punto di vista religioso che da quello della vita quotidiana, ma sempre con uno stile divulgativo e accessibile a tutti, con l'intento di fraternizzare con una cultura sì distante dalla nostra ma improntata alla pace e alla convivialità. Con accompagnamento di musica indiana con Riccardo Lotto e con la danzatrice di danza kathak Shirly Cossettini.

______________________________________________________________________________________________________

VENERDI' 28 AGOSTO ore 20.45 Corte Morona-Ciassi

LA VEGLIA DI LJUBA di Angelo Floramo, Bottega Errante Edizioni

a cura di Università Adulti Cultura e Società

La vita intensa di un uomo, esule più per vocazione che per destino, fuori dagli schemi, diventa lo spunto per narrare la storia del Novecento lungo il confine tra Italia e Jugoslavia. Dai villaggi dell’Istria profonda alle pagine nere del fascismo, dall’occupazione titina di Trieste al terremoto in Friuli del 1976 e alla successiva ricostruzione, fino ad arrivare ai giorni nostri:la biografia di un essere umano si sovrappone alla Storia di una terra complessa, plurale, meticcia. Floramo conduce il lettore in un viaggio meraviglioso e struggente che attraversa continuamente le frontiere, entra nelle pieghe di un amore, delicato e intenso, lungo un’intera vita e racconta il destino di bambini, uomini e donne che si sono ritrovati in un posto giusto in tempi, spesso, sbagliati. Presenta Elvira Fantin, letture a cura del Gruppo Lettori Unipieve, interventi musicali a cura dell'Associazione Toti Dal Monte.

______________________________________________________________________________________________________

LUNEDI' 31 AGOSTO ore 20.45 Corte Morona-Ciassi

IN CAMMINO DI ANDREA - Lungo la via Postumia

Andrea Devicenzi atleta paralimpico farà tappa in provincia di Treviso durante il suo cammino lungo la via Postumia e incontrerà la comunità di Pieve di Soligo. Converserà con la giornalista Adriana Rasera sul suo progetto.

______________________________________________________________________________________________________

VENERDI' 11 SETTEMBRE ORE ore 19.00 Villa Brandolini

APERITIVO IN VILLA - L'abitare e la natura tra filosofia, letteratura e arte.

Ciclo di incontri a cura delle riviste La Chiave di Sophia e Digressioni Il paesaggio richiama lo stretto legame tra l’uomo, il suo agire e il suo territorio, ma ha in sé anche una forte azione di avvicinamento al vivere quotidiano. Quindi, non ci sono solo paesaggi eccezionali e frequentemente promossi dai media, ma anche situazioni locali che racchiudono in sé un vivere fatto di storia e di tradizioni. Luogo e uomo sono, pertanto, un binomio da cui prende origine un paesaggio e la presenza dell’uomo con il suo agire diviene elemento inscindibile e irrinunciabile. Ciò che ci sta attorno ha dei connotati fisici e vegetazionali, ma solo il dialogo tra l’uomo e la natura crea un paesaggio, e ancor più un luogo, di valore. Il paesaggio rappresenta uno spazio di vita in cui riconoscersi, un luogo antropologico, antidoto allo spaesamento generato dei non-luoghi senza identità, storia e relazione. VENERDI' 11 SETTEMBRE LUGLIO ore 19.00 - Villa Brandolini

_____________________________________________________________________________________________________

VENERDI' 18 SETTEMBRE ore 19.00 Villa Brandolini

APERITIVO IN VILLA - La bellezza e la meraviglia

Ciclo di incontri a cura delle riviste La Chiave di Sophia e Digressioni Quando la bellezza si fa momento percettiva è lì che ci comunica, ci muove e ci emoziona. Recuperare la sensibilità alla meraviglia è possibile, ma tutto il corpo deve partecipare, non è sufficiente l’esercizio intellettuale. La pratica della meraviglia è forse l’esercizio più adatto ad allenare il nostro sguardo a scorgere tutto il bello che ci circonda. Non sappiamo se la bellezza salverà il mondo, come si chiedeva Dostoevskij ne L’idiota, ma di certo questa è in grado di trasformare il nostro modo di vedere e la nostra sensibilità. Aprirci alla meraviglia ci permette di essere più attenti a ciò che ci circonda e di dare un senso alla nostra esperienza. La bellezza diventa così un bene prezioso, al quale tutti devono poter aver diritto; cura essenziale contro l’apatia dei nostri tempi, è anche strumento di lettura della storia e della realtà.

Condividi con gli amici

Data e ora

Località

Pieve di Soligo

Luoghi vari

31053 Pieve di Soligo

Italy

Visualizza Mappa

Salva questo evento

Evento salvato