Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

Amici che parteciperanno
Descrizione evento

Descrizione

Escursione nell’Alto Appenino Reggiano, all’interno del Parco Nazionale, tra il paese di Collagna e la vetta del Monte Ventasso, passando per il Lago Calamone.

La salita alla cima del Monte Ventasso potrà essere effettuata a piedi (portare la chiusura di sicurezza).

Collagna viene menzionata per la prima volta in un documento del 1153. Nel 1237 i suoi abitanti, assieme a quelli di altri borghi vicini, fecero atto di sottomissione al Comune di Reggio. Durante il dominio dei Vallisneri, Collagna fu soggetta alla podesteria di Valbona. Nel XVI secolo fu feudo della famiglia ferrarese dei Brusantini, il cui componente più noto, Paolo, governatore di Sassuolo e capitano delle guardie ducali, verrà immortalato da Alessandro Tassoni nella sua celebre opera La secchia rapita come il Conte di Culagna. In seguito Collagna fu infeudata alla famiglia Vigarani-Toschi e, nel 1788, vi risiedevano 341 persone. Dopo la restaurazione fu aggregata a Busana e solo con l'Unità d'Italia tornò ad essere sede di comune. Nel 1872 il nome Culagna venne cambiato per Regio Decreto in Collagna.

Da Collagna iniziamo a salire verso il paese di Valbona su strada asfaltata, continuando fino al Passo della Scalucchia; qui abbandoniamo la strada asfaltata fino ad arrivare su sentiero al rifugio Pratizzano per una breve sosta caffè. Riprendiamo la strada verso il bivio che ci porterà sempre su asfalto fino alla partenza delle piste da sci del Ventasso. Prendiamo il sentiero che sale sulla sinistra e in poche pedalate arriviamo al lago Calamone per la sosta pranzo, qui c’è un bar rifugio dove ci si può procurare un panino e riempire le borracce. Ben rifocillati iniziamo la parte più dura della giornata, la salita fino alla vetta del monte Ventasso; la salità si fa sempre più ripida e sarà necessario spingere la bicicletta a mano. Una volta saliti sulla vetta inizia una bellissima discesa tecnica all’inizio su prato poi attraverso i boschi fino a Vallisnera e poi ancora giù fino a Collagna.

INFORMAZIONI

Tour impegnativo per bikers esperti ed allenati. Una parte del percorso sarà affrontato su strada asfaltata mentre ci saranno per raggiungere la vetta del monte Ventasso circa 300 metri di dislivello da percorrere a piedi poi discesa tecnica fino a Collagna.

Giunti al Lago Calamone vi saranno due possibili percorsi alternativi di minore impegno:

1) Salire in vetta a piedi (E, 40’ circa)

2) Non salire in vetta facendo una più lunga sosta sulle rive del lago.

CURIOSITA'

Dove oggi sorge la chiesa di Collagna anticamente c'era il castello del conte di Culagna. Egli aveva due figliuole: una di esse si chiamava Nera, l'altra Bona. Alla prima diede in dote il versante del Ventasso che prese il nome di Vallisnera, all'altra il versante che prese il nome di Valbona. Anche il Tassoni nel descriverlo ne "La secchia rapita" lo presenta come uomo di pochi scrupoli. Dice che una volta, volendo avvelenare la propria moglie, si mettesse d'accordo con lo speziale. Questi, però, invece del veleno gli diede un forte purgante. Era d'uso a quei tempi che il capo di casa mettesse il pepe nella minestra di tutti i commensali. L'astuto conte, giunto davanti all'amata consorte, le mise nel piatto della minestra il "veleno" che aveva avuto dallo speziale. La moglie, che era stata avvertita delle intenzioni del marito, mentre questi si lavava le mani gli cambiò il piatto. Non appena il conte ebbe finito di mangiare, comincio a sentire dei forti dolori di ventre e, preoccupato, chiese alla moglie come si sentisse. Glielo chiese più volte e più volte, ed ella rispose: "Io sto bene". Allora il conte cominciò ad avere la certezza di essersi sbagliato ed aver trangugiato il veleno destinato alla moglie. Fuor di sé dallo spavento, e mentre i dolori di ventre aumentavano, usci sulla strada gridando: "Aiuto, sono avvelenato, sto morendo!!!…". Il popolo e i soldati lo circondarono credendolo impazzito, ma non appena ebbero sentore della verità lo abbandonarono in mezzo alla strada.


AVVERTENZE

MTB in buone condizioni con copertoni ben scolpiti e Kit di riparazione per le principali evenienze (foratura, lacerazioni copertone, rottura catena, forcellino ecc.).Abbigliamento adeguato alla stagione ed alla quota, con giacca antipioggia e scarpe adatte a camminare con suola scolpita. Borraccia e barrette/snack. Per la notturna LUCI FRONTE E RETRO ed abbigliamento alta visibilità.

CASCO OBBLIGATORIO. OCCHIALI CONSIGLIATI.
La partecipazione comporta la conoscenza integrale e l’accettazione del presente programma e del Regolamento Sezionale disponibile sul sito www.caireggioemilia.it

PROGRAMMA

Domencia 23 Luglio Collagna parcheggio campo da calcio, Valbona, Passo della Scaluccia, Pratizzano, lago Calamone, cima Monte Ventasso, Vallisnera, Collagna.
BC+/OC 35 Km; +1500
Ritrovo: Piazzale del Deportato ore 7.30 Ore 15:45 Parco di Via Monte Cisa. Reggio E
Partenza: Campo da Calcio di Collagna Ore 9:00

Escursione riservata ai soci CAI; contributo di partecipazione: 2,00 €.
E’ ammessa la partecipazione di NON SOCI con quota di partecipazione: 5,00 €. (partecipazione a titolo promozionale; prenotazione obbligatoria con dati anagrafici per l’assicurazione tre giorni
prima dell’escursione; verrà richiesto di firmare il modulo di consenso informato).
Per informazioni è possibile contattare il capo gita:
Giovanni Terenziani
339/3057661 giovanniterenziani@virgilio.it

Condividi con gli amici

Data e ora

Località

Salva questo evento

Evento salvato