Gratuito

Corso di Mindfulness MBSR Online - Incontro introduttivo

Azioni e Pannello dettagli

Gratuito

Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

Evento online

Descrizione evento
Protocollo di Mindfulness MBSR (Mindfulness Based Stress Reduction) online

Informazioni sull'evento

Cos’è La Mindfulness

Il termine Mindfulness si riferisce ad uno stato di consapevolezza del proprio corpo e del proprio sentire, ancorato al momento presente. Questo stato si genera attraverso delle pratiche che originano dalla meditazione Vipassana e che sono state tradotte, alla fine degli Anni ’70, in un protocollo noto come MBSR (Mindufulness-Based Stress Reduction) dal biologo statunitense Jon Kabat Zinn. Esse comprendono, oltre alle pratiche formali di meditazione, degli esercizi informali contestualizzati alle attività quotidiane, volti ad aumentare lo stato di presenza e a portare i benefici della minfulness nella vita di ogni giorno. Grazie al lavoro di Jon Kabat Zinn è stato possibile raccogliere e pubblicare numerose ricerche scientifiche che dimostrano l’efficacia della mindfulness, sia nell’ambito clinico, sia nella prevenzione del disagio psicologico e delle malattie correlate allo stress.

Gli obiettivi della mindfulness

L’obiettivo delle pratiche di mindfulness è portare l’attenzione all’esperienza nel qui e ora, senza restare intrappolati nei labirinti della mente, che per sua natura tende a perdersi nei pensieri, nel passato o nel futuro. Le trappole mentali, infatti, possono generare rimuginio, scoraggiamento e svalutazione, quando centrate sul passato, ansia, paure ed insicurezza quando proiettate verso il futuro.

Il percorso promuove uno stato di consapevolezza senza giudizio e di completa accettazione di ciò che il momento presente porta con sé. Genera e alimenta una sensazione di fiducia nel proprio sentire e nelle proprie capacità di affrontare la situazione attuale, svincolandosi dalla tendenza a valutare il proprio futuro sulla base degli insuccessi passati.

I benefici della Mindfulness

Sul piano fisico

Molte ricerche scientifiche confermano che le pratiche di Mindfulness hanno effetti positivi per l’intero organismo. Riducono l'infiammazione e i sintomi stress correlati (intestino irritabile, emicrania, eruzioni cutanee, sbalzi di pressione, tachicardia, agitazione…). Rinforzano il sistema immunitario e le capacità adattative e riducono la percezione del dolore.

Sul piano psicologico

1. Nella relazione con sé stessi migliora la gestione delle emozioni e si riduce l’impatto negativo del chiacchiericcio mentale, promuovendo accettazione, gentilezza e comprensione verso sé stessi e i propri limiti. Contemporaneamente aumenta le capacità di concentrazione, analisi e soluzione dei problemi. Inoltre, si accresce il senso di fiducia nelle proprie risorse e il senso di competenza e padronanza. Diminuiscono inoltre le reazioni automatiche agli eventi e agli stimoli esterni, consentendo di rispondere in modo appropriato, ponderato e sereno. Questo consente anche una maggiore libertà ed efficacia nel gestire le relazioni con gli altri.

2. Nella relazione con gli altri, genera un atteggiamento di maggiore empatia e comprensione reciproca, sostenuta dalla curiosità di incontrare e conoscere il diverso da sé, senza giudizi e pregiudizi. Questo porta benefici importanti nelle relazioni personali e sul lavoro, con i colleghi e con i superiori, migliorando la comunicazione e promuovendo un clima collaborativo.

Struttura del percorso

Il percorso comprende 8 incontri a cadenza settimanale che si svolgeranno il giovedì dalle 20.30 alle 22.30, a partire dal 14 gennaio 2021, in diretta online

Programma

1. Incontro introduttivo (gratuito): ha lo scopo di gettare le basi per il giusto approccio al percorso, sgombrando il campo da preconcetti e stereotipi relativi a questa pratica. Non si tratta infatti di passare ore a svuotare la mente, bensì di imparare a radicarsi nel qui e ora, sviluppando una maggiore padronanza di sé. La parte pratica è dedicata ad esercizi volti a sviluppare la consapevolezza del ruolo che la mente gioca in relazione alle emozioni. In questa occasione verrà sottoposto ai partecipanti un questionario per valutare il livello di consapevolezza e di eventuale disagio presenti prima di iniziare il percorso.

2. Primo incontro: il body scan. Questa pratica ha lo scopo di entrare in contatto in modo consapevole con il corpo, in tutte le sue parti. L’esercizio fa emergere le zone di tensione, spesso non percepite, facendo intuire il legame che le relaziona ad uno specifico stato emotivo. Aiuta quindi a prendere coscienza delle zone in cui si tende ad accumulare lo stress, consentendo di rilassarle attraverso l'osservazione e la piena accettazione di ciò che si presenta.

3. Secondo incontro: meditazione sul respiro. Questa meditazione consente di prendere coscienza della respirazione, che spesso si svolge in modo automatico e del tutto inconsapevole. La pratica permette di creare un'ancora con il qui e ora attraverso il movimento del respiro che si svolge sempre nel momento presente. Questo fornisce uno strumento potente per distaccarsi dalle preoccupazioni, dal loop mentale e da emozioni disturbanti, riportando la propria attenzione alla realtà fisica del corpo.

4. Terzo incontro: meditazione si suoni e pensieri. Con questa pratica si impara a riconoscere la natura mutevole della mente nel suo generare continuamente pensieri. Permette di osservarli con maggiore distacco, prendendo coscienza del loro fluire, senza tuttavia farsi trascinare dal loro contenuto. Questa meditazione permette inoltre di individuare e disinnescare la tendenza della mente a interpretare, porre etichette e dare definizioni anche quando non è necessario, esercitando la capacità di vivere pienamente le esperienze nel qui e ora, liberi dal chiacchiericcio mentale.

5. Quarto incontro: meditazione della montagna. Con questa pratica si interiorizzano le qualità di stabilità, forza e imperturbabilità proprie della montagna, immutabile di fronte al cambiamento, che può soltanto scalfirne la superficie. Questa meditazione è molto potente nel promuovere fiducia nelle proprie capacità e un senso di serenità che consente di affrontare anche le situazioni più stressanti con uno stato di centratura e radicamento. Con le qualità della montagna possiamo gestire i cambiamenti della vita con il giusto distacco e la consapevolezza di essere in grado di superare qualunque difficoltà.

6. Quinto incontro: meditazione seduta. Questa pratica consente di approfondire il contatto con il corpo, mantenendo l'osservazione attenta e gentile del respiro e delle emozioni che sorgono durante la meditazione. L'immobilità della posizione seduta costituisce una prova che, suscitando sensazioni anche intense, offre l'opportunità di sviluppare una maggiore consapevolezza di sé attraverso un ascolto profondo e gentile, privo di giudizio, e di scoprire la connessione tra le emozioni e il corpo.

7. Sesto incontro: meditazione camminata. Questa pratica consente di portare consapevolezza nel movimento, in un'attività che solitamente svolgiamo in modo del tutto automatico. Consente in questo modo di sviluppare un maggiore stato di presenza anche nelle azioni quotidiane, permettendo di rallentare il ritmo interiore, riducendo il senso di urgenza che, nella fretta quotidiana, porta facilmente a sentirsi in ansia, agitati e nervosi. Rallentare il tempo interiore aiuta a percepire con maggiore calma anche lo scorrere del tempo esteriore, favorendo lo sviluppo di uno spazio che permette di agire e rispondere agli stimoli in modo consapevole, anziché sull'onda di una reazione automatica ed emotiva.

8. Settimo incontro: Hatha Yoga. Questa meditazione prevede lo svolgimento in consapevolezza di alcuni semplici eserci di Hatha Yoga, mettono lo studente in relazione con il proprio corpo in movimento. La pratica aiuta a riconoscerne le sensazioni e gli eventuali disagi in termini di mobilità, equilibrio e postura e porta a confrontarsi con i propri limiti, coltivando nei loro confronti un atteggiamento di totale accettazione e rispetto. In questo modo permette di affrontare con serenità ciò che si percepisce come limite, promuovendo una mentalità di crescita, volta al miglioramento e al progresso graduale, invece di focalizzarsi sull'autocondanna e la svalutazione.

9. Ottavo incontro: meditazione Metta. Coltivare uno spirito di inclusività, tolleranza e apertura è indispensabile per costruire relazioni appaganti e sane con sé stessi e le persone che ci circondano. La meditazione Metta getta le fondamenta per un atteggiamento amorevole e compassionevole prima di tutto verso sé stessi e in secondo luogo verso gli altri. Questo strumento aiuta a ridurre il giudizio, la colpevolizzazione e la recriminazione che spesso avvelenano il rapporto con sé stessi e le relazioni con le altre persone. In occasione di questo incontro verrà sottoposto nuovamente il questionario iniziale agli allievi, affinché possano valutare con maggiore consapevolezza i progressi fatti e i benefici guadagnati con la pratica.

In ogni incontro, oltre alle pratiche formali guidate, si introducono le pratiche informali e gli esercizi da svolgere individualmente a casa, in autonomia. Ampio spazio è dedicato anche alla condivisione dei progressi e delle eventuali difficoltà incontrate durante l'esecuzione delle meditazioni, con indicazioni specifiche da parte della docente per superare gli ostacoli e massimizzare e stabilizzare i risultati ottenuti durante il procedere del percorso.

Tutti gli incontri si svolgono in diretta con l''insegnante, istruttrice mindfulness esperta e certificata. Oltre alla condivisione di gruppo, è possibile richiedere un confronto individuale con la docente per rispondere a necessità specifiche.

Costi

L'incontro introduttivo è gratuito, mentre l'intero percorso è a pagamento. Il costo comprende le lezioni, il materiale didattico e le registrazioni delle meditazioni guidate da seguire per le pratiche da svolgere in autonomia. Durante tutto il percorso la docente è disponibile anche al di fuori dell'orario di lezione, per fornire indicazioni personalizzate per risolvere eventuali difficoltà. Per maggiori informazioni sui costi e le modalità di pagamento potete contattarmi all'indirizzo: info@silviapolesello.com

Condividi con gli amici

Data e ora

Località

Evento online

Salva questo evento

Evento salvato