Coro Mondine di Novi di Modena e Mirko Artuso

Azioni e Pannello dettagli

Tutto esaurito

Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

Villa Barbarigo

63 Strada Provinciale 19d

35040 Merlara

Italy

Visualizza Mappa

Descrizione evento
Coro Mondine di Novi di Modena e Mirko Artuso

Informazioni sull'evento

Accoglienza ore 11:00 / Inizio evento 11:30

Ingresso gratuita con prenotazione obbligatoria.

Per accedere all'evento è sufficiente il biglietto in formato elettronico.

Si ricorda che i posti sono limitati, non assegnati ed è previsto il distanziamento anche per coniugi, conviventi e persone dello stesso nucleo familiare. Data la capienza ridotta delle location, si prega di comunicare tempestivamente eventuali disdette. Le prenotazioni sono nominali.

Nell’area dell’evento dovranno essere rispettate le normative anti-covid come da indicazioni riportate sul programma, sul sito, sulla segnaletica esposta sul posto e dal personale volontario. In generale, sono vietati gli assembramenti di persone ed è obbligatorio l'uso della mascherina.

______________________

"Noi mondine, con il nostro canto e le nostre storie, lasciamo, di madre in figlia, la nostra eredità di donne che hanno combattuto e pianto, faticato e sofferto, riso e cantato, con la consapevolezza che , seppur così piccole, così niente, anche noi siamo una radice della storia di chi verrà dopo di noi e ci piace pensare di non essere state inutili"

Quello delle “mondine di Novi” è un coro che cerca, con impegno e tenacia, di mantenere vivo, attraverso il canto, il senso di un mestiere che oggi non esiste più, ma che ha rappresentato una categoria di lavoratrici ormai ritenute simbolo di evoluzione e rivoluzione, icone di un femminismo precursore del grande fenomeno storico, testimoni e protagoniste di lotte politiche e sindacali.

Le mondariso sono state un concentrato di energia e carica allo stato puro, una forza della natura, lavoratrici instancabili, migranti coraggiose per un’epoca che vedeva le donne prevalentemente chiuse in casa, donne la cui mente si aprì nell’incontro e nel confronto con donne di altre regioni, di altri dialetti, ma dalla stessa radice.

Il senso di comunità, di squadra, di solidarietà sono la vera forza, la vera bellezza della mondina, e la mondina è bella perché ispira libertà, perché, ancora oggi, fa sognare, perché incita e incoraggia, perché la mondina non ha paura.

Con questo spirito, dal 1971 il coro, costituito da “vere mondariso”, da figlie e nipoti di mondine e da donne che amano le tradizioni popolari, si impegna affinché questa storia non vada perduta e, pur non conoscendo la musica, si affida all’orecchio e le nostre voci, a detta di chi ci ascolta, ottengono una coralità che commuove e coinvolge.

L'esibizione del Coro sarà accompagnata da un reading di Mirko Artuso da "Le storie della risaia" di Dante Graziosi, dedicato a questi mondi andati, consumati dal tempo ma ancora vivi nei ricordi di chi ha messo piedi, gambe e braccia in quell’acqua e ha confuso il proprio canto con il canto delle rane. Sarà un tuffo nel passato emozionante per ritornare in quel mondo di privazioni e di fatiche che forse non merita di essere rimpianto ma che sicuramente merita di essere raccontato e cantato ancora.

Condividi con gli amici

Data e ora

Località

Villa Barbarigo

63 Strada Provinciale 19d

35040 Merlara

Italy

Visualizza Mappa

{ _('Organizer Image')}

Organizzatore Festival delle Basse

Organizzatore di Coro Mondine di Novi di Modena e Mirko Artuso

La quinta edizione del Festival delle Basse sarà itinerante e, nell'arco dei 3 giorni di Festival, venerdì 18, sabato 19 e domenica 20 giugno 2021, toccherà luoghi, paesi e città differenti: da Sant'Elena a Granze, Sant'Urbano e Villa Estense, da Megliadino San Vitale a Borgo Veneto e Montagnana, da Merlara a Urbana.

Ogni giorno si concentrerà su un differente tratto di cammino che sarà accompagnato da passeggiate e biciclettate a tema, e da momenti culturali e artistici che, attraverso differenti linguaggi, racconteranno il territorio attraversato. L'arrivo di ogni tappa sarà nelle location - argini, ville, prati, piazze, idrovore e chiese - che ospiteranno gli eventi principali delle singole giornate, con l’obiettivo di dare vita a una vera e propria festa.

A tracciare la rotta di questo attraversamento sarà l’acqua nelle sue molteplici forme, un elemento che ha determinato la storia e la geografia della Bassa Padovana, e il cui valore simbolico di purificazione e rinascita appare oggi più che mai, nel particolare contesto storico che stiamo vivendo, forte: dopo due anni di pausa, questa quinta edizione di Festival delle Basse sarà un’occasione nuova per ritrovarsi e stare assieme, nel totale rispetto della sicurezza e del benessere di tutti coloro che parteciperanno.

Salva questo evento

Evento salvato