Convergenze parallele, sentieri della scienza e dimensioni della fede

Pannello azioni

Convergenze parallele, sentieri della scienza e dimensioni della fede

Di Bergamo Festival

Quando e dove

Data e ora

sab 12 mag 2018 21:00 - 23:00 CEST

Località

Centro Congressi Giovanni XXIII 106 Viale Papa Giovanni XXIII 24122 Bergamo Italy

Descrizione

Ospiti: Mons. Tomasz Trafny, Gianvito Martino

Intervista: don Giuliano Zanchi, Segretario Generale Fondazione A. Bernareggi e Presidente del Comitato Scientifico di Bergamo Festival FARE LA PAC

Mons. Tomasz Trafny, sacerdote dell’arcidiocesi di Lublino, responsabile del dipartimento scienza e fede del Pontificio Consiglio della Cultura, dialoga con Gianvito Martino, direttore della divisione di neuroscienze dell'Istituto scientifico universitario San Raffaele di Milano dove insegna biologia, e docente presso la facoltà di Ingegneria dell'Università degli studi di Bergamo. Tema, il delicato confine fra senso religioso e cultura scientifica, fra pensiero della fede e visioni della scienza, lungo il quale si consumano spesso fratture dialettiche, reciproche noncuranze, quando non aperti conflitti ideologici che, nel loro mancato incontro, finiscono per fare della scienza una religione e della religione un fanatismo. Anche su questo piano, così centrale per la nostra civiltà, occorre con urgenza mettere in campo una volontà di vera comprensione e un pensiero della riconciliazione.

MONS. TOMASZ TRAFNY, Responsabile del Dipartimento "Scienza e Fede" del Pontificio Consiglio della Cultura (PCC)
GIANVITO MARTINO, Direttore Scientifico dell’Istituto Scientifico San Raffaele di Milano, Professore ordinario di biologia applicata presso l’Università Vita-Salute di Milano. Dal 2017 è il Presidente del Comitato Tecnico Scientifico della Fondazione Regionale per la Ricerca Biomedica (FRRB).

In collaborazione con Bergamo Scienza

Info sull'organizzatore

Organizzato da
Bergamo Festival

Bergamo Festival dà appuntamento ogni anno a quel pubblico che sente il bisogno di comprendere quello che accade attorno a ciascuno di noi in questo tempo di grandi e rapide trasformazioni.

La nostra è un’epoca di profondi cambiamenti.

Capirne la complessità è il primo modo per non subirli oltre che essere un antidoto a molte paure sempre in agguato. Fare cultura significa anche mettersi a servizio di queste essenziali necessità.

Per questo a ogni edizione Bergamo Festival*, grazie al lavoro del suo prestigioso Comitato Scientifico, mette a tema una questione che si impone per la sua attualità e prova ad approfondirla nei molti aspetti in cui agisce nella società e tocca le nostre vite.

Vengono quindi invitate figure di primissimo piano nel campo della politica internazionale, delle scienze umane, della letteratura, della filosofia, dell’economia, della religione, della cooperazione, e di molti altri ambiti dell’esperienza, per offrire occasioni di confronto con chi desidera avere qualche idea più chiara e cercare di farsene una propria.

Il centro dell’attenzione è sempre il miracolo della convivenza umana e del patto civico in cui essa si esprime, luogo della nostra vita e teatro delle speranze di tutti.

info@bergamofestival.it