15 € – 30 €

Concerto Pianoforte e Violoncello - Burato/Bosna

Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

Oratorio Della Santa Croce

7 Via Vescovo Rorio

35030 Cervarese Santa Croce

Italy

Visualizza Mappa

Amici che parteciperanno
Descrizione evento

Descrizione

Programma:


Beethoven Sonata Op. 69 in La Magg.

  • Allegro ma non tanto
  • Scherzo. Allegro molto (la minore)
  • Adagio cantabile (mi maggiore)
  • Allegro vivace



R. Schumann Fantasie - Stücke Op. 73

  • Zart und mit Ausdruck
  • Lebhaft leicht
  • Rash und mit Feuer


****************************************************

C. Franck Sonata in La maggiore

  • Allegretto ben moderato
  • Allegro
  • Recitativo-Fantasia: Ben moderato. Largamente con fantasia
  • Allegretto poco mosso




CRISTIANO BURATO -pianista-

Curriculum Vitae

Considerato a livello internazionale uno dei maggiori pianisti della sua generazione, si è diplomato con lode e menzione d’onore al Conservatorio di Mantova sotto la guida di Rinaldo Rossi, al quale deve la sua formazione artistica. Ha conseguito inoltre con lode il diploma all’Accademia di S.Cecilia di Roma con Sergio Perticaroli. Ha studiato per un periodo anche con Aldo Ciccolini.

Dopo innumerevoli affermazioni in importanti concorsi pianistici, tra cui il “Sydney International Piano Competition of Australia”, il “Tomassoni” di Colonia, il “World Piano Competition” di Londra, il Leeds International Piano Competition, al Concurso International di Jaen, si è imposto definitivamente sulle scene internazionali con la vincita, nel 1996, del prestigioso Concorso Internazionale “Dino Ciani - Teatro alla Scala” di Milano, con verdetto unanime della Giuria presieduta da Riccardo Muti.

La sua intensa attività concertistica lo ha portato ad esibirsi nelle sale più prestigiose in Italia e all’estero (“Teatro alla Scala” di Milano, Auditorium di S.Cecilia, Teatro Olimpico e Parco della Musica di Roma, “Sydney Opera House”, “Royal Festival Hall” e “Wigmore Hall” di Londra, “Konzerthaus” di Vienna, Tonhalle di Zurigo, Auditorium delle Nazioni Unite di New York, Queen’s Hall di Edinburgo, ecc.)

Ha collaborato con prestigiose orchestre (Orchestra Filarmonica della Scala, Orchestra Sinfonica della RAI, Philarmonia Orchestra di Londra, Sydney Philarmonic Orchestra, Wiener Kammerorchester, ecc) e con importanti direttori d’orchestra, tra i quali Simon Rattle, Lü Jia, Marcello Viotti, Alun Francis, Mario Bellugi, Ravil Martinov, Umberto Benedetti Michelangeli, Frank Shipway, Cristian Maendel.

Grandi apprezzamenti hanno sempre suscitato le sue interpretazioni Chopiniane: ha ricevuto premi e menzioni speciali da parte di Giurie Internazionali (Sydney, Colonia e Londra) ed è stato invitato a tenere numerosi concerti dedicati al compositore polacco (all’International Chopin Festival di Duszniki in Polonia, al Municipio di Parigi per commemorare il 150° anniversario dalla morte, a Londra per la Chopin Society, ecc.)

Ha tenuto una conferenza sull’interpretazione di Chopin a San Diego per la “California Association of Professional Music Teachers”, oltre a diverse Master Classes in Italia e all’estero.

Ha effettuato registrazioni per la RAI, la BBC di Londra, Radio France, la ABC of Australia, la NDR di Hannover, oltre che per diverse case discografiche.

Docente presso il Conservatorio di Bolzano, è anche membro del Comitato Artistico del Concorso “Busoni”.

Per meriti artistici è stato premiato con Medaglia del Presidente della Repubblica Italiana.

PIETRO BOSNA - Violoncellista -

Curriculum Vitae

Violoncellista del prestigioso complesso “I Musici” col quale si esibisce da solista in tutto il mondo.

Nell’;anno 2012/13, in occasione del 60° anno dalla fondazione del complesso, ha preso parte con diversi ruoli solistici ad un “Mondial Tour” che ha visitato gli Stati Uniti d’America, l’Australia, La nuova Zelanda, sud Corea, Cina, Giappone Taiwan, Italia, Germania, Spagna, Russia, Lettonia, Bulgaria, Ungheria, Turchia, esibendosi nelle sale più prestigiose, come è consuetudine del gruppo, e riscuotendo lusinghieri apprezzamenti personali della critica e del pubblico.

È stato violoncellista fino allo scioglimento del Trio Matisse, celebre complesso cameristico italiano vincitore del Premio Vittorio Gui di Firenze. Col Trio Matisse, oltre ad essere stato presente nelle principali stagioni italiane quali MI.TO, Unione Musicale di Torino, Filarmonica Romana, Concerti del Quirinale, ha preso parte a un progetto sul “Quatuor pour la Fin du Temps” di O. Messiaen con la lettura di un testo inedito di Susanna Tamaro letto dalla stessa scrittrice.

La sua ultima registrazione solistica in ordine cronologico è per la Naxos: i concerti per Violino, Violoncello Pianoforte e orchestra di Ghedini (“L’Albatros”) e Casella (concerto op. 56 ) in collaborazione con l’Orchestra dei pomeriggi Musicali di Milano diretta dal direttore inglese Damian Iorio.

Ha partecipato in varie occasioni, col violinista R. Honeck – konzertmeister dei Wiener Philarmoniker-

a realizzazioni dei più importanti lavori cameristici dell’800/900 nell'ambito del festival estivo “Pietre che cantano” a l’Aquila.

Con l’Ensemble Punto It ha collaborato per progetti particolari con musicisti di primo piano. Con loro ha preso parte ad una tournée in America del sud e ad una registrazione del Quintetto di Schumann.

Ha avuto modo di suonare da solista e in basso continuo con C. Hogwood e sotto la direzione di G. Leonardt in registrazioni solistiche per Chandos e Deutche Harmonia Mundi e concerti con strumenti originali.

E’ stato primo violoncello dei “Solisti Italiani”, dei “Virtuosi Italiani” di cui è stato un fondatore. Ha collaborato lungamente nel ruolo di primo violoncello solista con importanti orchestre italiane quali “Teatro Regio” di Torino, “Teatro Comunale” di Bologna, Orchestra sinfonica dell’Emilia Romagna “A. Toscanini”.

Nato a Bari, diplomatosi col massimo dei voti e la lode nella sua città, conseguendo una importante borsa di studio della sua città come migliore diplomato e l'opportunità di esibirsi col Concerto di Dvorak con

l’Orchestra della Provincia di Bari, ha avuto come maestri Vito Paternoster, Amedeo Baldovino, Antonio Janigro e Mario Brunello. Per la musica da camera Piero Farulli dell’indimenticabile “Quartetto Italiano” e, ricordandolo con particolare affetto, Isaac Stern a New York per un Workshoop di musica da camera nel 1995 presso la Carnegie Hall col "Trio Stradivari" (di cui è stato fondatore con F. Guglielmo e Jolanda Violante), tenuto da musicisti del calibro di J. Starker, J. Laredo, componenti del Trio Beaux Art, Eugene Istomin, Henry Meyer (Quartetto La Salle). Al termine di questa straordinaria esperienza ha eseguito con i suoi colleghi il Trio op. 99 di F. Schubert nella Main Haal della Carnegie. È stato Premiato al Concorso di Vercelli nel 1989 in Duo con Jolanda Violante e finalista al Parkhouse di Londra e al Concorso di Parigi col Trio Stradivari.

Le sue principali registrazioni solistiche sono pubblicate da DHM, Denon, Chandos, EMI, Naxos, Foné, Dynamic, –concerti per cello di Tartini-, Stradivarius “Une Larme” di Rossini, oltre a concerti registrati da Radio France, RAI, Radio Svizzera Radio, Radio New Zealand National. Recentemente la RadioRai ha proposto in prima serata un concerto de I Musici dal Parco della Musica di Roma in occasione del 60° anniversario del complesso in cui ha eseguito il doppio concerto di Vivaldi RV 531 con Vito Paternoster. Ultima registrazione con Deutsche Grammophon e Albrecht Mayer “Tesori d’Italia”.

Insegna Quartetto e Musica d’insieme per Archi al Conservatorio E. F. Dall’Abaco di Verona e suona un violoncello Lorenzo Storioni (Cremona 1791) gentilmente offerto dall’Amico M° Pietro Lacchio.

Condividi con gli amici

Data e ora

Località

Oratorio Della Santa Croce

7 Via Vescovo Rorio

35030 Cervarese Santa Croce

Italy

Visualizza Mappa

Salva questo evento

Evento salvato