Campane Tibetane & Yoga (offerta libera)
Fine vendite
Campane Tibetane & Yoga (offerta libera)

Campane Tibetane & Yoga (offerta libera)

Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

Milano

Viale Coni Zugna N. 37

20100 Milano

Italy

Visualizza Mappa

Amici che parteciperanno
Descrizione evento

Descrizione

Milano Sabato 26 Novembre 2016

H. 16.30

Yoga e Campane Tibetane

Manipura Studio e NadYoga

A Cura Di Lavinia Cometti e Luca Nali

Sessione di Ashtanga Yoga e rilassamento profondo con Campane Tibetane

Come funziona

(Sessioni ad offerta libera)

Rilassamento profondo tramite le Campane Tibetane

a seguito della pratica di Yoga

Cos'è L'Ashtanga Yoga

Una pratica antica, che porta gradualmente a riscoprire pienamente il proprio potenziale a tutti i livelli di consapevolezza: fisica, psicologica e spirituale, una meditazione dinamica che unisce corretta respirazione, posture e coscienza dello sguardo, permettendo di raggiungere un profondo controllo dei sensi ed una maggiore consapevolezza di sè.

L' Ashtanga è utile per energizzare in profondità il nostro corpo purificando le nadi che compongono il sistema

energetico sottile sincronizzando il respiro pacificando le fluttuazioni mentali.

Cosa sono le Campane Tibetane

Il bagno di suoni è un trattamento in cui la persona è immersa totalmente in cascate di sonorità vibranti, emesse da strumenti ancestrali e sacri.

In un ambiente silenzioso e accogliente, prendendo una posizione che facilita il completo rilassamento del corpo e della mente, inizia la danza di suoni prodotti da gong, campane tibetane e canti armonici.

Le onde sonore sono in grado di ripristinare le nostre memorie e richiamare alcuni avvenimenti, possono risvegliare sogni, visualizzazioni come in una meditazione, il nostro centro di coscienza, e farci sentire in forte connessione col tutto.
Puliscono ferite emotive oltre a dare un grande senso di leggerezza, energia e forza.
I suoni liberano la nostra parte emozionale ed esprimono sentimenti in maniera più diretta e più profonda rispetto alla parola, avendo la capacità di sorpassare i pensieri logici e analitici accedendo alle nostre più nascoste sensazioni, portandoci a sperimentare stati meditativi.

Chi Siamo

Insegnante di Yoga Ashtanga e Vinyasa

Lavinia Cometti

”Mi sono innamorata dello yoga sin dal primo istante, la vitalità e la gioia che sentivo mi hanno portato ad approfondirne gli aspetti legati alla meditazione. Sono entusiasta di poter condividere quest’arte di percezione e di conoscenza del Sè.” Inizio all’età di 8 anni lo studio della danza classica e contemporanea approfondendo autonomamente gli aspetti legati al movimento, con performance sia in Italia sia in Germania. All’età di 16 anni ricevo insegnamenti di Reiki e incontro con grande fortuna il primo maestro con cui inizio a studiare medicina tibetana, studi approfonditi quando incontro nel 2013 lama Ganchen Rinphoce, un luminoso yogi moderno, figura di riferimento per la mia crescita spirituale. Ricevo insegnamenti di Yoga Trulkor, Meditazione tantrica Ngalso dalla tradizione tibetana Vajrayana con assidui ritiri di meditazione. Dopo il conseguimento della laurea in economia mi dedico con devozione e serietà alla pratica e allo studio dello yoga. Nel 2015 mi cimento nel primo teacher training a Milano con Simona Tarabini, Rosa Tagliafierro, e Cristina Bazzanella nello stile Vinyasa conseguendo RYT 200. Nel 2016 incontro Ratheesh Acharya e Caroline Westling che fortificano e approfondiscono la conoscenza del Rajayoga e filosofia indiana a Berlino e Amsterdam conseguendo RYT 200. Ho svolto training più specifici di Anusara, Iyengar con Andrea Boni e Santhanam Narashimnam. Ringrazio altri insegnanti come Lucia Morello con la quale ho studiato Yoga Nidra, Riccardo Misto il Nada Yoga, e grande affetto per Gaia Bergamaschi che mi sta dando la possibilità di apprendere il magnifico stile di Dharma Yoga. Nel 2016 inizio gli studi di alimentazione macrobiotica alla Sana Gola con Martin Halsey come terapeuta alimentare. Affianco l’insegnamento della disciplina yogica con lo studio dell’arte musicale alla scuola civica Claudio Abbado con il desiderio di poter trasferire la poetica yogica in composizioni d’avanguardia indirizzate a sviluppare la propriocezione del suono nello spazio e nel corpo.

Facilitatore Vibrazionale

Luca Nali

Mi chiamo Luca Nali, sono nato a Piombino e per varie vicissitudini abito attualmente a Milano.
Come esperienze lavorative mi sono sempre adattato a quello che mi veniva richiesto, rinunciando gradualmente a me stesso e alle mie attitudini. Numerosi erano gli sbagli, così come le frustrazioni.
Poi la decisione di seguirmi, quanto meno lasciare tutto. Fondamentalmente ero schiavo di me stesso, così come delle mie paure. Mi sentivo in fuga avvertendo una colpa gigantesca, poco dopo scoprii che quella responsabilità non esisteva e che avrei addirittura potuto usarla per il mio progetto, la mia vita.
Si dice che ogni settennato avvengono sconvolgimenti esistenziali e che viene raso al suolo il vecchio modo di vivere per darne vita a uno nuovo. Al mio sesto ciclo (42 anni) ho visto realmente smaterializzarsi tutta la mia esistenza e le cose che la rendevano tale. Ricordo che mi addormentavo con l’unico desiderio di non vedere il giorno successivo, che invece si parava con detestabile puntualità ogni mattina. Qualche volta pregavo, ma non per chiedere ciò che mi avrebbe salvato, semmai per farmi scendere da questo seppur bellissimo pianeta, che mi escludeva dalla sua magnificenza.
Qualcuno deve aver raccolto la mia richiesta: lo dico perchè in una notte di queste mi sono sentito come risucchiato in un cono energetico, una forza totalizzante mi ha stritolato in una sensazione sconosciuta, non faceva male, anzi attualmente lo descrivo come un orgasmo spirituale. Si trattava di un viaggio astrale, ne fui consapevole percependo la totale immobilità a cui fui costretto dopo il risveglio da quel viaggio. Svegliai la mia compagna che giaceva accanto a me, per renderla partecipe di quello che avevo appena vissuto. Il giorno successivo fu per me il momento più felice della mia vita, volevo dirlo a tutti e per un pò lo feci. A seguito di quest’esperienza e mi accorsi dei suoi benefici e ne scaturirono delle virtù.
Mi accorsi successivamente che sempre più persone avevano iniziato a chiedermi di parlare dei loro crucci, poi dopo una chiaccherata e magari un caffè, questi si dicevano sollevati e sicuri di poter trovare la soluzione a quel dolore che li aveva spinti a venire da me. Mi sembrò utile affinare la mia tecnica e per questo frequentai numerosi corsi di vario genere, da cui ha preso forma il trattamento che uso attualmente con le persone di cui mi prendo cura. Nel frattempo cessai quasi tutte le mie vecchie abitudini a cui mi aggrappavo per sentirmi meno vittima, compreso il consumo di carne.
Ogni giorno (e questo non ha ancora smesso di accadere) mi sento un uomo nuovo in un viaggio che mi vede come protagonista, godendomi il tragitto anzichè pensare alla destinazione.
Attualmente sono assolutamente convito che si possa cambiare qualsiasi cosa della propria vita a condizione di cambiare se stessi. Mi diverto e la mia passione è aiutare le persone a fare altrettanto.

Perché non ho una tariffa

Prima che iniziasse la mia attività di facilitatore chiesi un consulto alla persona, che a tutti gli effetti, considero un maestro di vita. Fu chiaro nel dirmi che quando certe virtù accadono improvvise è fondamentale che siano messe a disposizione di chi ne ha bisogno. Per cui non vi è un tariffario specifico, semmai un’offerta che non dovrebbe mai creare difficoltà o perplessità da parte di chi la dona. È noto che il lavoro con le energie deve necessariamente lasciare fuori dalla porta avidità, giudizio e altre caratteristiche che bruciano l’energia e non la creano.
Per cui il trattamento che faccio non ha un tariffario ma si può dare un’offerta.
La durata di questo percorso è consigliabile fino a quando non si raggiunge la soluzione al proprio problema, che mediamente trova risposta dopo 5/6 sedute.

Il mio risveglio

Finalmente spiego cosa è successo ad un carnivoro, pigro, fumatore e vagamente sfigato: un individuo che si è trasformato nel suo preciso opposto – in realtà anche in momenti estremamente difficili ho sempre pensato che sotto sotto qualcuno (farei meglio a dire qualche cosa) stesse vigilando sulla mia esistenza e che alla fine un aiutino me lo metteva sempre a disposizione…
Ero prossimo al mio quarantaduesimo compleanno, la mia vita sembrava avermi riservato un conto salatissimo rispetto a tutto quello che avevo fatto. Nessuna speranza nelle vicinanze, solo un‘oscurità che si faceva via via sempre più densa.
Mi addormentavo stordito dal dolore, con l’unica preghiera di non svegliarmi più la mattina successiva. Durante un sogno vidi l’immagine di me stesso tutto preso a giocare con del riso e inziai a scivolare lungo il pavimento. La caduta mi inebriava man mano che la velocità aumentava. Venni risucchiato in un vortice fatto di suoni e di una pressione mai conosciuta. Irresistibile. Una forza indescrivibile mi trascinò in un buio colorato fatto di magnifici raggi di luce mentre provavo la più grande gioia mai sentita in vita mia. Spaventato da tanta magnificenza a cui non ero abituato, iniziai una lotta, senza tanta convinzione. Nel frattempo fu come se mi fosse stato impiantato un programma nuovo, nozioni, considerazioni, che hanno finito per arricchire la mia vita fino all’inverosimile.
Dopodiché ne fui fuori, senza sapere se esser felice per questo oppure dispiaciuto per aver posto fine all’esperienza più totalizzante di tutta la mia esistenza. Passai alcuni interminabili minuti in cui ero paralizzato nel mio letto, cercando il corpo della mia compagna così da accarezzare la mia paura che a quel punto cominciavo a sentire realmente. Mi accorsi di respirare, poi aprii gli occhi e già questo fu un risultato rinfrancante. Successivamente presi possesso delle mie mani e dei miei piedi, come se squarciassi un guscio invisibile, fui libero. Mi esplose una gioia in petto che stava per farmi addirittura male. Mi accorsi di alcune virtù che fino ad allora non mi hanno mai abbandonato. Chiunque sia stato, lo ringrazio con tutto il mio cuore.

ATTENZIONE - REGOLA ETICA: non iscriverti se non sei sicura/o di partecipare perchè la partecipazione è a numero chiuso, in questo caso una tua mancata partecipazione procurerà un danno a chi avrebbe voluto assistere e non ne avrà la possibilità perchè il posto è stato a te inutilmente assegnato.

Condividi con gli amici

Data e ora

Località

Milano

Viale Coni Zugna N. 37

20100 Milano

Italy

Visualizza Mappa

Salva questo evento

Evento salvato