APERICERCA --- 23 Gennaio 2020 --- Il Medico e lo Stregone

Informazioni sull'evento

Condividi questo evento

Data e ora

Località

Località

Bio Art Cafè - Palazzo della Penna

11 Via Prospero Podiani

06121 Perugia

Italy

Visualizza Mappa

Descrizione evento
Decotti e medicina tradizionale possono essere all’avanguardia nella cura delle malattie? Una sfida che arriva dall’estremo oriente.

Informazioni sull'evento

Un aperitivo scientifico con Domenico Vittorio Delfino del Dipartimento di Medicina dell'Università degli Studi di Perugia.

Apericerca 2020 è un ciclo di incontri che si svolgeranno tutti i giovedì dal 9 gennaio al 26 giugno.

L'iniziativa è promossa dall'Università degli Studi di Perugia in collaborazione con Psiquadro e con il patrocinio del Comune di Perugia.

Tutte le informazioni su www.apericerca.it

Nel film “Il medico e lo stregone” Monicelli descrive la sconfitta della medicina popolare tradizionale rappresentata dallo “stregone” De Sica e la diffusione della moderna medicina allopatica che vede nel “medico condotto” Mastroianni un suo emblematico rappresentante. Lo scontro, ricco di umorismo e suggestioni, si conclude con l’invitabile sconfitta della “vecchia” medicina popolare e per lo storico Hobsbawm, la diffusione della medicina allopatica in Occidente è causata, nel secondo dopoguerra, dall’esplosione dell’industria farmaceutica. La medicina tradizionale, etnica, naturale ha quindi perso la propria sfida nel mondo della tecnologia biomedica? Non sembrerebbe, visto che i dati raccontano che più del 50% della popolazione mondiale si cura con la medicina tradizionale soprattutto in Oriente e nei paesi in via di sviluppo, ma che anche in Occidente c’è una crescente richiesta di una medicina “diversa”. In Cina, la medicina si basa ampiamente su conoscenze tradizionali e ciò ha portato alla scoperta dell’artemisinina, rimedio tradizionale Cinese, che è divenuto il farmaco anti-malarico più diffuso al mondo e che è valso alla dr.ssa Tu il premio Nobel per la medicina nel 2016. Il Vietnam è un altro esempio di paese in cui la medicina tradizionale è estremamente diffusa e convive pacificamente con la medicina cosiddetta “Occidentale”. I nostri studi si riferiscono proprio ad un rimedio di una minoranza etnica del Vietnam, il decotto delle foglie essiccate dell’albero Artocarpus tonkinensis, utilizzato dalla minoranza etnica dei ‘Hmong per curare artrite e mal di schiena. Il decotto, nei nostri studi preclinici, si è dimostrato molto efficace con un meccanismo d’azione simile ai farmaci “tecnologici” più innovativi dell’ultimo decennio. Ciò suggerisce un ruolo ancora importante della medicina tradizionale che conquista posizioni accreditate proprio grazie alla sua validazione con le moderne tecniche di ricerca scientifica.

DOMENICO VITTORIO DELFINO

Il prof. Domenico Delfino è laureato in Medicina e Chirurgia, ha conseguito il dottorato di ricerca in “Medicina Sperimentale” all’Università “Sapienza” di Roma e, dal 1991 al 1994, ha lavorato alla University of Pittsburgh Cancer Center, Pittsburgh, USA. E’ professore associato di farmacologia, presidente del Corso di Laurea in Infermieristica e membro del comitato etico nel dipartimento di Medicina dell’Università di Perugia. E’ membro della Società Italiana di Farmacologia e di quella Internazionale di Etnofarmacologia. Ha pubblicato 64 articoli su riviste scientifiche internazionali con revisione tra pari.

Condividi con gli amici

Data e ora

Località

Bio Art Cafè - Palazzo della Penna

11 Via Prospero Podiani

06121 Perugia

Italy

Visualizza Mappa

Salva questo evento

Evento salvato